Azione Nazionale e La Destra si fondono, congresso costituente a febbraio

Appelli anche a Fdi, Lega e FI

Conferenza stampa a Montecitorio per comunicare la fusione tra Azione Nazionale e La Destra: i due soggetti politici uniranno le proprie forze per quello che - secondo i protagonisti dell'operazione - sarà solo il primo passo verso la realizzazione di un polo di destra.

"Creare un polo sovranista, pluralista ma unitario per dare una casa comune ai cinque milioni di voti dispersi negli ultimi anni e arrivare al governo del Paese", queste le dichiarazioni pronunciate oggi da Gianni Alemanno, Francesco Storace e Roberto Menia, principali volti dei due partiti.

Già stabilite le date del Congresso costituente: 17, 18 e 19 febbraio.

"Ci sono praterie di voti spariti in quest’area e si tratta di interpretare questo fenomeno, con valori e temi in grado di consentire al centrodestra di tornare a vincere", ha detto Menia.

L'obiettivo a lungo termine è creare una "casa comune" per le forze alternative "alla sinistra di Renzi e all’antipolitica dei 5 Stelle". Alemanno e Storace vorrebbero fin da subito l'ingresso di Fratelli d'Italia, ma sono stati lanciati appelli anche alla Lega e - "purché alternativi alla sinistra" - a Forza Italia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO