Messico, il presidente Nieto risponde a Trump: "Non pagheremo mai il muro"

Il presidente messicano Enrique Pena Nieto non ha alcuna intenzione di sostenere le politiche anti-immigrazione del nuovo inquilino della Casa Bianca di Washington Donald Trump, che ieri nella sua prima conferenza stampa da presidente ha ribadito di voler di costruire un muro al confine con il Messico a spese dei contribuenti messicani.

Nieto, parlando davanti agli ambasciatori riuniti al Palazzo nazionale di Città del Messico, ha detto che non avrebbe mai accettato una decisione che va contro il paese e la dignità dei messicani, assicurando comunque di desiderare un buon rapporto con la nuova amministrazione statunitense.

"È evidente che abbiamo alcune divergenze con il prossimo governo degli Stati Uniti, come sul muro, che ovviamente il Messico non pagherà. [...] Ma posso tuttavia assicurare che stiamo lavorando per costruire buone relazioni con gli Stati Uniti e il nuovo presidente e che queste relazioni porteranno buoni frutti al Messico e ai messicani"

ha dichiarato il presidente del Messico. Anche sul piano degli investimenti sono molte le recriminazioni messicane agli Stati Uniti, che in questo momento stanno disinvestendo nel paese centroamericano: come ricorda il Sole 24 Ore gli Stati Uniti assorbono l'80% delle esportazioni del Messico e gli investimenti americani a Sud del Rio Bravo sono stati pari a 136 miliardi di dollari tra il 1999 e il 2012. Il Messico a sua volta è il secondo socio commerciale degli Stati Uniti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO