Servizio Pubblico, la puntata del 20 dicembre 2012 - La diretta di PolisBlog

00.17 Berlusconi a Servizio Pubblico.

00.16 L'arca di Bersani.

00.15 Ingroia si candida.

00.14 Presepe a 5 stelle:

00.14 Crosetto-Meloni:

00.13 Cosa farà Monti?

00.12 Minacce.

00.12 Su Benigni.

00.09 Vauro omaggia Carmelo Musumeci (fine pena mai) leggendo le parole scritte poche ore fa alla compagna.

00.06 Santoro ringrazia il pubblico e rivolge ad esso gli auguri di buone feste. Giovedì prossimo ci sarà lo speciale "Più Servizio Pubblico". Prima delle vignette spazio a Marco Pannella.

00.01 Pubblicità, poi le vignette di Vauro.
00.00 Vince Landini contro Monti.
23.58 Dragoni passa in rassegna gli imprenditori: Marchionne è residente in Svizzera. 682 persone in Italia hanno dichiarato di guadagnare più di un milione di euro annualmente.
23.54 Santoro chiede se dietro Marchini c'è D'Alema. L'imprenditore nega.
23.51 Dragoni ricorda l'incontro a casa di Marchini tra Enrico Cuccia e Massimo D'Alema. Poi cita l'Opa di Caltagirone sulla società spagnola Metrovacesa.

23.50 Marchini dice che in queste ore sta cedendo tutte le partecipazioni della sua azienda che possono essere in conflitto di interessi con l'eventuale ruolo di sindaco.
23.46 La Costamagna ci tiene a precisare che per gli imprenditori la politica è un ottimo affare. E cita il caso di Berlusconi. E getta l'ombra su probabili interessi personali di Marchini.

23.43 Per Marchini bisogna rompere il consociativismo.
23.41 Farinetti sostiene che con 6 mesi di lavoro serio si riuscirebbe a far radoppiare la domanda di agroalimentare italiano.
23.37 Farinetti: "Dobbiamo rifare posti di lavoro, diminuendo il costo del lavoro. Dobbiamo prendere tutte le risorse che abbiamo e metterle sul lavoro".
23.34 "A 80 anni è il caso di non ricandidarsi a presiedere una grande banca!" Il riferimento di Della Valle è a Giovanni Bazoli.
23.31 Santoro chiede a Della Valle perché vuole rimuovere i vecchi dalle posizioni di potere.
23.29 Babbo Natale in realtà è un giornalista precario che vestito così guadagna il doppio rispetto a quando scrive un articolo.

23.25 Al quadrilatero della moda non tutti ritengono che la crisi ci sia davvero.

23.22 La crisi vista da un centro commerciale tra Milano e Bergamo.
23.20
23.16 Si introduce con un servizio il tema del concorsone per la scuola pubblica.

23.10 Pubblicità.
23.08 La Cantone rimprovera ad alcuni imprenditori di sfruttare i giovani lavoratori precari.
23.04 Per la Cantone Monti doveva pretendere che a Melfi oggi ci fosse anche la Fiom. Poi richiama le responsabilità della classe imprenditoriale.
23.02 Favia non si spiega (o almeno non lo dice pubblicamente) perché è stato messo fuori dal Movimento. E rivendica di non aver lucrato sull'esperienza politica nel M5S.
23.01 Favia annuncia che sta cercando di capire "se posso continuare a usare il logo".

22.59 Farinetti: "E' follia costruire nuovi immobili, prima bisogna riempire quelli vuoti".
22.58 Per Favia "la politica deve ripartire dal cittadino".
22.57 "La politica riparte dalla città e dal territorio".
22.55 Per Marchini abolite l'Imu è fuori dalla realtà essendo una tassa irrinunciabile
22.53 Marchini spiega che le intenzioni di quella lettera pubblica erano un po' diverse da quanto affermato in essa stessa. Poi però spiega che oggi il reato di falso in bilancio dovrebbe essere ripristinato.
22.50 Luisella Costamagna interroga Marchini che nel '97 come Della Valle chiese l'abrogazione del falso in bilancio.

22.50 Della Valle avrebbe preferito Monti come Presidente della Repubblica.
22.46 Della Valle è più cauto nel giudizio nei confronti di Marchionne con il quale polemizzò qualche mese fa.
22.44 Santoro introduce l'immagine dell'incontro tra Monti e Marchionne a Melfi.
22.39 La Innocenzi lancia il sondaggio:

22.38 "Nessuno pagherebbe l'Imu se lo Stato smettesse di pagare le banche cotte o che evadono".
22.33 Quindi l'ironia sulla disonestà dei consiglieri regionali lombardi che si "sputtanano per quattro soldi": lecca lecca, gelati, cartucce da fucile da caccia. C'era anche chi spendeva 45 euro al giorno per panini. La Minetti si è fatta rimborsare anche 16 euro per comprare il libro di Paolo Guzzanti dal titolo: "Mignottocrazia". Per aggiornamento professionale? chiede Travaglio.
22.32 "Grillo dovrebbe non dire fuori coglioni, ma imparare dal Pd facendo un listino".
22.30 Travaglio parla della lista Monti come a"rca di Noè" e ironizza su Mastella che ha detto: "Mario è la mia terza rivoluzione". Anche Brunetta che ora sembra essere pro Monti, ma a Servizio Pubblico qualche settimana fa disse peste e corna del Professore. Travaglio commenta: "Brunetta ha detto che l'agenda di Monti è anche la sua. Agendina..."
22.29 Ironia su Berlusconi, che dice di dover recuperare 123 ore di televisione.
22.28 Travaglio contro le bugie di Monti e Napolitano. In particolare il giornalista attacca sulle dimissioni annunciate da Monti ovunque tranne che in Parlamento. Il massimo per una Repubblica parlamentare.
22.27 L'editoriale di Marco Travaglio.

22.22 Pubblicità, poi Travaglio.
22.17 Farinetti è contento che si presentino persone perbene come Monti. Per Farinetti (che ha sostenuto Renzi alle primarie) Vendola è molto più moderato di La Russa. Poi si lancia in una profezia pro Renzi:

E' il miglior statista che avremo nei prossimi anni.

22.15 Farinetti ricorda che il Parlamento non è riuscito a cambiare la legge elettorale. "C'è scarsissima professionalità, non c'è gente in gamba".
22.12 Parola a Farinetti. Santoro gli chiede se concorda con la sua sensazione di ritorno dei morti viventi (cioè i politici di lunga carriera).

22.10 "Non mi farò trascinare dall'emotività per dare spazio al rancore verso Grilo, Casaleggio e il Movimento 5 stelle. Perché i ricordi belli vincono sui rancori".
22.08 Tocca a Favia, sulle divisione all'interno del M5S.

22.07 Per Marchini per agevolare le classi più povere che diventano sempre più povere serve trasformare il welfare.
22.04 La Cantone si chiede come è pensabile che aumentando l'età pensionabile si possano risolvere il probelma della disoccupazione giovanile.
22.02 "A Natale non staremo tutti male: c'è il 10% di italiani che farà un ottimo Natale". Della Valle invita a non criminalizzare i ricchi. La Cantoni poi cita il dato secondo cui il 30% persone di famiglie continua a impoversi.
22.01 Per la Cantoni con Monti (ma anche con Berlusconi) non c'è stata equità.
22.00 Tocca a Carla Cantoni.

21.58 Marchini continua: "L'Italia non è riuscita a dare una risposta sistemica alla crisi. La Germania sì".
21.54 Marchini spiega che in questi anni c'è stata "l'apartheid della produzione industriale".
21.53 Per Alfio Marchini l'uscita dalla crisi nel 2013 è utopia.
21.50 "Questo modo di candidarsi non ci ha fatto bene e non fa bene nemmeno a Monti". Della Valle tira in ballo anche "i furbetti che si nascondono dietro Monti fingendo che loro prima non ci fossero".
21.48 Per Della Valle "Monti ha fatto bene a questo Paese" ma il suo cambio di idea sulla possibile ricandidatura è "spiazzante".
21.47 Della Valle apre il talk.

21.43 In onda le dichiarazioni, dall'anno scorso fino a questi giorni, di Monti sulla sua ricandidatura. All CNN pochi mesi assicurò che...

21.37 Monti, D'Alema, Bindi, Franceschini non rispondono a Giulia Innocenzi che chiede loro un commento sulle dichiarazioni di D'Alema: "La candidatura di Monti è moralmente discutibile".
21.34 "Cosa vuole dire ai politici?" - "Che li possino ammazzà!"
21.31 Il primo servizio mostra il calo dei consumi raccontato attraverso un sabato pomeriggio in un centro commerciale romano. I romani raccontano la crisi e la difficoltà ad arrivare alla fine del mese.

21.28 In studio oltre ai già annunciati Della Valle, Marchini e Farinetti, ci saranno Carla Cantone (Spi Cgil) e Giovanni Favia (ex M5S).
21.25 Santoro ribadisce le rassicurazioni a Berlusconi, probabile ospite del talk di La 7 a inizio 2013: "Non sarà la fine del mondo, né per lei né per Servizio Pubblico. Come direbbe Bruno Vespa facendo appello al suo massimo di creatività: domani sarà comunque un altro giorno".
21.24 Santoro definisce "scandalosa" l'intervista della D'Urso a Berlusconi. Sulla quale ironizza.

21.22 A Santoro non è piaciuta la dichiarazione di Berlusconi contro Mentana, né la replica del direttore del Tg La 7:

Non si può dire che su La 7 ci sono persone come Gad Lerner e Santoro di cui si sa come la pensano. E Mentana, come la pensa? La pensa di nascosto?

21.22 Ancora rivolgendosi a Berlusconi: "Se lei accetterà di venire qui non avremo un duello finale, una resa finale, una vendetta, ma solo una trasmissione televisiva".
21.20 "Caro Berlusconi, siamo a Natale, ma sembra Pasqua, lei è risorto. Se lei è disonibile ad essere ospite qui significa che quel famoso editto bulgaro fu un errore tragico".
21.19 Michele Santoro dà il via all'anteprima, sulle note di Ligabue.
21.05 Tra dieci minuti inizia la nona puntata di Servizio Pubblico. La seguiremo in tempo reale.

Si intitola Tra Maya e Monti la nona puntata di Servizio Pubblico, in onda domani sera su La 7 - PolisBlog la seguirà in diretta a partire dalle ore 21.10. In studio insieme a Michele Santoro saranno ospitati Diego Della Valle, Oscar Farinetti e Alfio Marchini (candidato sindaco a Roma). Ecco quali saranno i temi di cui si discuterà nell'appuntamento che precede le vacanze natalizie:


Tre grandi imprenditori italiani davanti alla crisi, con le elezioni alle porte, gli italiani in difficoltà, il Governo Monti giunto al capolinea ed il ritorno di Berlusconi. Compito della società civile è anche spingere la politica a decidere e a uscire dai suoi tentennamenti? Nei grandi paesi occidentali sì, e questa azione civica si lega, periodicamente, al rinnovamento delle classi dirigenti, a cominciare appunto dalla politica. In Italia rinnovare si può? E di questi tre imprenditori qualcuno magari scenderà in campo, decidendo di spendere la propria esperienza e la propria faccia per il Paese in difficoltà? Alla vigilia del Natale più magro degli italiani degli ultimi anni ed a poche ore dalla data fissata dai Maya, il 21 dicembre 2012, nella profezia sulla fine del mondo, il Paese è in cerca di soluzione per uscire dal tunnel della crisi.

Al fianco di Michele Santoro ci saranno come al solito Marco Travaglio, Giulia Innocenzi, Luisella Costamagna, Sandro Ruotolo e Gianni Dragoni. A chiudere la puntata le immancabili vignette di Vauro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO