Papa Francesco su Donald Trump: “Vedremo cosa farà e poi valuteremo”

Papa Francesco resta cauto nei confronti di Donald Trump, da poche ore 45esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, e nel corso di una lunga intervista concessa allo spagnolo El Pais preferisce non sbilanciarsi e rimandare al futuro ogni commento sul nuovo leader USA:

Vedremo che succederà. Sarebbe imprudente disperarsi o rallegrarsi per ciò che potrebbe succedere, sarebbe essere profeti di calamità o di benessere che potranno non verificarsi. Vedremo cosa farà e poi valuteremo.

Il giornalista spagnolo, dopo aver discusso di fede e del futuro della Chiesa col Santo Padre, ha spostato la discussione su ciò che sta succedendo nel Mondo, con l’arrivo di leader come Donald Trump che è riuscito ad emergere raccogliendo il disagio dei cittadini e puntando sull’odio per il diverso e per chi viene dall’esterno. Papa Francesco ha così replicato:

É quello che chiamano populismo. Che è una parola equivoca perché il populismo in America Latina ha un altro significato. […] É certo che le crisi provocano paura. Per me l’esempio più tipico di populismo nel senso europeo della parola è il 1933 in Germania. Dopo Paul von Hindenburg e la crisi del ’30, la Germania era in frantumi e guardava in alto alla ricerca della sua identità, alla ricerca di un nuovo leader in grado ripristinare quell’identità. Lì c’era una ragazzo di nome Adolf Hitler che diceva “io posso, io posso”. E tutti hanno votato Hitler in Germania. Hitler non ha rubato il potere, è stato votato dal suo popolo e poi ha distrutto tutto. É questo il pericolo. In tempi di crisi, per me, il discernimento non funziona e per me è un riferimento costante. Cerchiamo un salvatore che ci restituisca la nostra identità e ci difenda con muri e cavi […] E questo è molto grave. Ecco perché dico sempre: dialogate tra di voi, dialogate tra di voi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO