Brunetta: "Legge elettorale, necessario premio alla coalizione"

Forza Italia d'accordo con Franceschini

Anche Renato Brunetta "appoggia" la linea Franceschini sulla legge elettorale. Il ministro della cultura aveva avanzato qualche giorno fa, in un'intervista al Corriere della Sera, la proposta di dare il premio alla coalizione e non alla lista. Proposta che vede d'accordo Brunetta.

"Noi pensiamo che in un sistema tripolare sia necessaria la premialità di governo alla coalizione e non alla lista, per questa ragione riteniamo che l'apertura di Franceschini sia condivisibile e che sia un'apertura sulla quale si può lavorare per cercare il massimo del consenso politico parlamentare, come ha chiesto il presidente Mattarella", ha dichiarato il presidente dei deputati di Forza Italia.

"Per questa ragione - aggiunge Brunetta - stiamo riflettendo anche noi per una nostra proposta di legge su base proporzionale, con il premio alla coalizione e con l'omogeneizzazione tra Camera e Senato".

Questa era la posizione espressa da Franceschini: "Dopo la vittoria del No al referendum costituzionale, il sistema politico è entrato in una fase nuova: rispetto agli anni in cui il bipolarismo tendeva al bipartitismo, ora con un sistema proporzionale bisogna perimetrare il campo riformista per non disperderlo. Lo si può fare con l'azione politica e anche modificando in pochi punti la legge elettorale emersa dalla sentenza della Consulta. A mio avviso il premio di maggioranza andrebbe assegnato alla coalizione, alla Camera e al Senato, rispettando i dettami costituzionali: così si avrebbe negli schieramenti una corretta articolazione delle posizioni".

Che Forza Italia sia compatta lo dimostrano anche la parole di Paolo Romani, capogruppo dei senatori, che oggi sulla Stampa si è detto "d’accordo con Franceschini sul premio alla coalizione nella nuova legge elettorale".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO