Grillo: pazienza italiani ha un limite, si voti a giugno

E Grillo va al Campidoglio con Davide Casaleggio


Beppe Grillo tra questioni romane e nazionali. Il fondatore del Movimento 5 Stelle, in compagnia di Davide Casaleggio, ha raggiunto poco dopo le 16 di oggi il Campidoglio per parlare con la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Nel frattempo, arriva sul suo blog un nuovo appello per andare al voto a giugno di quest'anno.

Grillo scrive che la pazienza degli italiani ha un limite e spiega: "Stanno dimostrando una calma incredibile nei confronti del governo e del partito che il governo ce l'ha in mano, il Pd".

Nel post, a firma "Movimento 5 Stelle", si legge che "si sono succeduti tre premier che non hanno avuto alcuna legittimazione popolare", che il Pd "si è occupato solo di salvare le banche demolendo i risparmiatori, di fare favori alle lobby del gioco d'azzardo e del petrolio, di fare tagli alla sanità e alla scuola, di abolire i diritti dei lavoratori, di fare una riforma costituzionale dannosa e giustamente bocciata dagli italiani, di fare una legge elettorale antimovimento5stelle salvo ripudiarla quando si sono resi conto che così non era e infine vederla demolita dalla Consulta".

L'attacco continua: "Il Pd non ha nessuna soluzione per il Paese, pensano alle banche degli amici, alle multinazionali che li finanziano e alle poltrone di parenti e colleghi [...] Il limite è settembre, quando i parlamentari, dopo tutta questa farsa, si intascheranno finalmente la pensione. A quel punto la pazienza sarà esaurita. Ci sarà l'armageddon dei partiti".

La proposta del M5S: "Si può andare al voto a giugno approvando la proposta del M5s per la legge elettorale a marzo e ad aprile sciogliere le camere". E in caso negativo - tuona Grillo - "gli elettori se lo ricorderanno".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO