Andrea Orlando si candida alle Primarie Pd contro Renzi: "No a politica prepotente"

Il guardasigilli sfida Renzi e Emiliano


Oggi è ufficiale: Andrea Orlando lancia la sua candidatura alla segreteria del Pd, sfiderà Matteo Renzi e Michele Emiliano alle Primarie.

Il guardasigilli approfondirà i motivi della sua candidatura questo pomeriggio, ma già in mattinata - parlando con i giornalisti - ha reso ufficiale la notizia.

"Ho deciso di candidarmi perché credo e non mi rassegno al fatto che la politica debba diventare solo prepotenza", ha detto il ministro della giustizia.

Orlando ha aggiunto: "Credo che ci voglia responsabilità e credo che il Pd debba cambiare profondamente per poter essere utile davvero all'Italia e ai problemi degli italiani, che in questo momento stanno vivendo momenti difficili".

Si dice "deciso a vincere, perché mi candido per vincere" e non ha fatto nomi sulla sua squadra, spiegando solo che "ci saranno tanti con me e vedremo come organizzarci".

La sfida congressuale alla leadership del Pd, che culminerà con le primarie (data prevista, il 7 maggio), vede al momento in campo il segretario dimissionario Matteo Renzi, il governatore della Puglia Michele Emiliano e appunto il ministro della giustizia Andrea Orlando.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO