Iraq, il premier iracheno intima la resa all'Isis nella battaglia di Mosul

Il primo ministro iracheno Haider al Abadi ha intimata la resa ai miliziani dell'Isis che combattono nella battaglia nella parte ovest della città di Mosul, nel nord dell'Iraq, e che ancora si trovano nella strategica provincia dell'Iraq settentrionale. Mosul è l'ultima roccaforte nel paese dei miliziani fedeli al sedicente califfo al-Baghdadi.

Il premier iracheno, in un comunicato ripreso dai media locali, ha intimato ai miliziani di deporre le armi e consegnarsi.

Questa è l'ultima occasione per deporre le armi e consegnarvi alla giustizia in attesa di un equo processo, in caso contrario avrete una morte sicura "per mano dei nostri eroici combattenti", ha detto il premier in un comunicato ripreso dalla tv satellitare curda Rudaw e citato da Askanews.

Intanto, le forze speciali irachene sono penetrate per la prima volta in un quartiere occidentale di Mosul da quando, quattro mesi fa, è partita l'offensiva per riconquistare la città.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO