USA, Trump accusa Obama: “Ha messo sotto controllo i miei telefoni”

donald-trump-2017-01.jpg

21.00 - Puntuale, come tutti si aspettavano, è arrivata la smentita ufficiale da parte di Barack Obama, affidata al portavoce Kevin Lewis. Le accuse di Donald Trump, secondo la nota diffusa, sono “semplicemente false”:

Né il Presidente Obama né ufficiali della Casa Bianca hanno mai ordinato sorveglianza su alcun cittadino statunitense.

15.00 - Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump continua ad attaccare apertamente il suo predecessore e dopo aver accusato Barack Obama di avere un ruolo nelle proteste contro la nuova amministrazione e nelle fughe di notizie delle ultime settimane, stavolta ha dichiarato che Obama avrebbe messo sotto controllo il suo telefono cellulare.

L’accusa, come al solito, arriva via Twitter:

Terribile. Ho appena scoperto che Obama ha tracciato le mie comunicazioni nella Trump Tower prima della vittoria. Non ha trovato niente. Questo è Maccartismo!

Non sappiamo che la notizia arrivi direttamente da Fox News - la ben poco affidabile fonte usata da Trump in più di un’occasione - ma quello che è certo è che, come ogni volta, le accuse di Trump non sono supportate da alcuna prova.

Nei tweet successivi il nuovo Presidente si chiede se sia legale quello che Obama avrebbe fatto e si dice pronto a scommettere che un buon avvocato possa tirarci fuori un grande caso. E poi:

Quanto è caduto in baso Obama per aver intercettato le mie comunicazioni durante un processo elettorale sacro. É di nuovo Nixon/Watergate. Cattiva (o malata) persona!

President Obama Meets Nat'l Security And Public Health Officals On Response To Ebola

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO