Parlamento UE a Norcia: "2 miliardi per la ricostruzione"

Il Parlamento Europeo si è recato oggi con una delegazione a Norcia, dove si è tenuta la riunione straordinaria dell'ufficio di presidenza.

Così l'Unione Europa ha voluto mostrare la sua vicinanza al popolo colpito dal terremoto.

Presente il presidente Antonio Tajani, i vicepresidenti e i presidenti dei gruppi. A riceverli i governatori delle regioni colpite dal sisma, i sindaci delle città terremotate, il commissario alla ricostruzione Vasco Errani e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio. A rappresentare il governo, il sottosegretario alle Politiche e agli affari europei Sandro Gozi.

"Oggi abbiamo dimostrato convocando un'importante riunione dei vertici del Parlamento europeo a Norcia, che l'Europa vuole essere vicina a Norcia e alle città colpite dal terremoto", ha detto il presidente Tajani.

L'Unione Europea ha promesso al centro Italia 2 miliardi di euro: "Per quanto riguarda gli aiuti concreti, credo che dall'Ue arriverranno più o meno 2 miliardi di euro dal fondo di solidarietà e dalla possibilità di usare i fondi regionali in modo diverso, una parte importante anche senza necessità di cofinanziamento. Poi, in aggiunta, si potranno usare diversamente anche i fondi destinati all'agricoltura".

Tra i presenti oggi anche il vicepresidente del parlamento europeo, David Sassoli: "Noi abbiamo buoni sindaci e buone amministrazioni e regioni e un buon governo centrale, metteranno al riparo da un uso sbagliato delle risorse", ha detto riferrendosi alle polemiche per le affermazioni di Jeroen Dijsselbloem. "Io sono qui oggi non per rivendicare quello che ha fatto il Parlamento europeo, ma per dire ai cittadini dell'Umbria e delle zone colpite che noi faremo di tutto per controllare la Commissione europea, che ha preso molti impegni nei confronti delle zone colpite e del governo italiano. Il compito di un Parlamento è quello di controllare", ha aggiunto.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO