Salvo Torrisi non si dimette. Alfano: "È fuori da AP"

Il senatore Salvo Torrisi non lascia la presidenza della Commissione affari costituzionali. Nonostante la richiesta arrivata dal leader di partito Angelino Alfano, l'esponente di AP si tiene stretta la poltrona appena conquistata grazie al voto (segreto) che sta causando non pochi problemi alla maggioranza.

La "presa d'atto" di Alfano è in una nota pubblicata nel pomeriggio dal presidente di Alternativa Popolare: "Prendo atto della scelta del senatore Torrisi. Amen. Ha scelto la sua strada. La nostra è diversa: il senatore Torrisi non rappresenta Ap al vertice della commissione Affari costituzionali".

A stretto giro è arrivato anche il commento dello stesso Torrisi. "Sono profondamente offeso, amareggiato per i rapporti personali", ha detto al Corriere della Sera in relazione alle parole di Alfano.

"L'amen non lo commento, io sono persona educata e ognuno si assume le responsabilità delle proprie azioni. Sono preoccupato per lui, non so perché Alfano dica cose del genere, che non esistevano nemmeno con il Partito comunista sovietico", ha aggiunto.

Torrisi parla di dimissioni inconcepibili e sottolinea: "Se mi fossi dimesso ieri, oggi non saremmo riusciti a chiudere la discussione generale sul decreto sicurezza e a fissare il termine per gli emendamenti. Io lavoro per le istituzioni".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO