Trump al tappeto, i repubblicani bocciano la riforma sanitaria

Con soli 47 voti su 100 senatori la riforma voluta dal Presidente degli USA non ha i numeri per passare al Senato. La credibilità di Trump subisce un brutto colpo

untitled-design.png

Brutto colpo per Donald Trump, la sua riforma sanitaria, il cosiddetto Trumpcare, ha ricevuto la seconda bocciatura di seguito dal Senato degli Stati Uniti. La maggioranza risicata dei repubblicani, 52 senatori su 100 complessivi, non ha retto nemmeno questa volta. Il presidente era già stato costretto una volta a fare marcia indietro sulla riforma sanitaria e a riformularla. Questa volta si aspettava un successo e invece.

I senatori dello Utah, Mike Lee, e del Kansas, Jerry Moran, si sono uniti a quelli del Maine, Susan Collins, e del Kentucky, Rand Paul, nel non appoggiare questa riforma. Considerando l’assenza per motivi di salute di John McCain, grande oppositore di Trump sebbene contrario all’Obamacare, il conto è stato semplice. Con 47 voti la riforma non poteva passare.

Trump, furioso, ha lanciato una proposta sostanzialmente inattuabile. Cancellare l’Obamacare e poi pensare a cosa mettere al suo posto. Una decisione che, se presa, lascerebbe milioni di famiglie americane senza copertura sanitaria per almeno due anni. Questo è il tempo che si stima necessario alla formulazione e all’attuazione di una riforma sanitaria che abbia qualche chance di essere funzionale e di essere approvata dal Senato.

Per il Presidente degli Stati Uniti è uno smacco enorme e un brutto colpo alla popolarità interna al partito e alla nazione. Da quando è stato eletto è il primo segno di dissenso forte del partito nei suoi confronti. Di certo il suo tweet non contribuirà a rasserenare gli animi, “Abolitela e ricominciate da zero. I democratici ci seguiranno”.

Obamacare è una riforma che pubblicamente i repubblicani contestano aspramente, ma ci sono diversi stati a guida repubblicana che ne hanno beneficiato ampiamente e questo potrebbe portare ad ulteriori defezioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO