Donald Trump segna un punto contro l'Obamacare

Una vittoria risicatissima ottenuta grazie a uno stratagemma e al ritorno in aula di John McCain

untitled-design.png

La lotta di Donald Trump contro l’Obamacare non accenna a fermarsi. Nella notte italiana si è segnato un punto a favore del Presidente degli Stati Uniti che con uno stratagemma è riuscito ad ottenere un voto positivo dal Senato degli Stati Uniti che gli ha già respinto due proposte di legge di riforma sanitaria. La vittoria, risicatissima per 51 a 50, costringe i senatori a riaprire il dibattito sulla legge emendamento per emendamento.

Nessun democratico ha votato. È stato decisivo l’intervento del vicepresidente Mike Pence e soprattutto l’applauditissimo ritorno in aula di John McCain reduce da un’operazione per un tumore al cervello. L’ex sfidante di Barack Obama ha pubblicamente ribadito che così com’è non voterà la riforma proposta da Trump perché lascerebbe senza copertura sanitaria milioni di americani.

McCain è anche fiero oppositore di Donald Trump sul Russiagate. Ora i senatori dovranno discutere sulla riforma e cercare di proporre un testo coerente da far tornare prima alla Camera dei Deputati e poi di nuovo in Senato. Non è per nulla detto che ci riescano, il voto di ieri, infatti, li obbliga soltanto a riaprire il dibattito. Uno stratagemma appunto.

Intanto la Camera ha approvato nuove sanzioni alla Russia che se dovessero essere confermate legherebbero le mani a Donald Trump sull’argomento e aprirebbero anche uno scenario difficile per l’Unione Europea che si è detta fermamente contraria alla questione. Nella baraonda politica sembra sempre più segnato il destino del ministro della giustizia Jeff Sessions, ex amico del Presidente degli Stati Uniti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO