Obamacare, i repubblicani votano contro Donald Trump

Bruciante sconfitta per il presidente degli Stati Uniti, il Senato ha votato, 55 a 45, contro l'abolizione dell'Obamacare

untitled-design.png

La proposta di Donald Trump di eliminare l’Obamacare anche senza avere una legge sostitutiva è stata nettamente bocciata dal Senato degli Stati Uniti. Per il Presidente USA si tratta di una sconfitta tanto cocente quanto annunciata. D’altronde il risultato della votazione, 55 a 45, parla di un divario piuttosto netto e di almeno sette dissidenti nel partito repubblicano. Si è avuta la sensazione che molti di quelli che hanno votato a favore non lo avrebbero fatto con una situazione più in bilico.

Dopo l’effimera vittoria ottenuta ieri per Trump si è trattato di un duro ritorno alla realtà parlamentare. John McCain ha guidato una fronda dei repubblicani contro il presidente. L’ex sfidante di Barack Obama ha più volte dichiarato che non avrebbe lasciato 26 milioni di americani senza una copertura sanitaria dalla sera alla mattina. E così è stato.

Adesso si procederà emendamento per emendamento con i democratici che cercheranno di fare ostruzionismo e con i repubblicani alle prese con gravi divisioni interne, con un presidente che non tutti vogliono e con una riforma sanitaria che gran parte degli americani non vuole perdere. Una situazione esplosiva che rischia di far saltare in aria il partito e l’amministrazione di Donald Trump.

I giorni decisivi saranno giovedì e venerdì. Si voterà, probabilmente, per tutta la notte e una ulteriore sconfitta dei repubblicani e del presidente potrebbe portare a conseguenze attualmente imprevedibili. Il tutto mentre i problemi dovuti al Russiagate non accennano a placarsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO