USA, la Russia risponde alle sanzioni: “Ridotto il numero dei diplomatici statunitensi nel Paese”

Russian President Vladimir Putin speaks during his annual press conference in Moscow on December 23, 2016. / AFP / Natalia KOLESNIKOVA        (Photo credit should read NATALIA KOLESNIKOVA/AFP/Getty Images)

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump non si è ancora espresso sul pacchetto di sanzioni da imporre a Russia, Iran e Corea Del Nord approvato dalla Camera Dei Rappresentati e dal Senato, ma la Russia ha già iniziato a prendere provvedimenti nei confronti degli USA.

Il ministro degli esteri russo ha annunciato che all’ambasciata statunitense a Mosca è stato imposto di ridurre il numero dei propri diplomatici a 455, lo stesso numero dei diplomatici russi negli Stati Uniti, costringendo al rimpatrio tutto il personale extra entro il 1 settembre prossimo.

Non solo. In una mossa già anticipata poche settimane fa, la Russia ha iniziato il sequestro di tutte le proprietà che fino a ieri venivano utilizzate occasionalmente dal persone statunitense sul proprio territorio:

La Russia sta sospendendo l’utilizzo di tutti i depositi di Dorozhnaya Street a Mosca e il cottage di Serebryaniy Bor da parte dell’ambasciata USA A partire dal 1 agosto.

Dmitry Peskov ha precisato che il Presidente russo Vladimir Putin ha approvato personalmente queste mossa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO