Catalogna, Puigdemont: "Pronti all'indipendenza". Per Madrid il tempo è scaduto

Il Parlamento catalano potrà votare la dichiarazione d’indipendenza della Catalogna dalla Spagna se il governo di Madrid continuerà a negare il dialogo e ad attuare la repressione, procedendo con l’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione spagnola, che comporta la sospensione dell’autonomia regionale. E’ quanto afferma il presidente della Generalitat catalana Carles Puigdemont nella sua lettera di risposta ai chiarimenti richiesti da Madrid sull’indipendenza della Catalogna. La sospensione della dichiarazione unilaterale d’indipendenza, in vigore del 10 ottobre, “resta vigente”, si legge nella lettera indirizzata al premier Mariano Rajoy. “Nonostante tutti gli sforzi e la nostra volontà di dialogo, che l’unica risposta sia la sospensione dell’autonomia, indica che non si è coscienti del problema e che non si desidera dialogare” scrive Puigdemont. “In conclusione, se il governo dello Stato continua a negare il dialogo e a proseguire la repressione, il Parlamento della Catalogna potrà procedere, se lo ritiene opportuno, votando la dichiarazione formale d’indipendenza che non ha votato il 10 ottobre” si legge nella missiva.

elezioni-catalogna-27-settembre-2015-02.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO