Gran Bretagna, Theresa May annuncia l’espulsione di 23 diplomatici russi

È la conseguenza del “caso Skripal”.

Theresa May Russia


La premier britannica Theresa May ha annunciato oggi alla Camera dei Comuni che entro una settimana saranno espulsi 23 diplomatici russi. È la conseguenza del cosiddetto “caso Skripal”, dal nome di Sergej Skripal, ex spia del KGB che è stata avvelenata a Londra, a Salisbury, con agente nervino. Inoltre May ha comunicato di aver revocato ogni prossimo invito o visita di Sergej Lavrov, il ministro degli Esteri russo, in Gran Bretagna e che non ci saranno delegazioni ufficiali britanniche ai Mondiali di Calcio che si svolgeranno in Russia quest’estate, né tantomeno potranno andarvi i membri della famiglia reale.

May ha spiegato che la Russia è da ritenere “colpevole” nell’avvelenamento di Skripal, soprattutto considerato il “sarcasmo” e il “disprezzo” con cui Mosca ha risposto all’ultimatum posto dalla stesa May, quando, subito dopo la notizia dell’avvelenamento di Skripal, ha chiesto al Cremlino di chiarire entro 24 ore, ma Lavrov ha risposto definendolo “uno show da circo”.

La premier ha inoltre spiegato che ci saranno dei provvedimenti legislativi mirati a colpire i patrimoni in UK degli uomini d’affari e dei funzionari russi che sono sospettati di essere coinvolti nel tentato avvelenamento e ha annunciato anche misure restrittive e più controlli sui voli privati e sui movimenti in entrata e in uscita di queste persone dalla Gran Bretagna.

È stata convocata una riunione d’urgenza del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, chiesta proprio dalla Gran Bretagna. Intanto l’Unione Europea, attraverso il portavoce della Commissione Alexander Winterstein, ha fatto sapere di essere dalla parte dei britannici nel caso dell’avvelenamento di Skripal e di essere pronti a fornire aiuto.

E come risponde il Cremlino? Annunciato contromisure contro i media britannici nel caso in cui Londra vieterà le trasmissioni alcune anale Russia Today. Dmitri Peskov, portavoce della presidenza russa, ha detto: “Ogni azione illegale contro qualsiasi mezzo d'informazione della Federazione russa in Gran Bretagna porterà a contromisure, sulla base del principio di reciprocità”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO