Vaticano, lettera di Ratzinger tagliata e taroccata: si dimette Monsignor Viganò

Monsignor Dario Edoardo Viganò

Monsignor Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la comunicazione della Santa Sede, ha presentato le sue dimissioni che Papa Francesco ha subito accettato. Viganò è stato nominato assessore del dicastero vaticano che si occupa dei media vaticani dal Pontefice, che ha invece affidato la Segreteria per la comunicazione a Lucio Adrián Ruiz, almeno fino alla nomina del nuovo prefetto.

Non si è trattato però di un normale avvicendamento perché le dimissioni di Viganò erano state chieste a gran voce dalla Curia romana. Al centro della controversia c'era infatti la lettera scritta da Benedetto XVI in merito alla collana teologica di Papa Francesco, che Viganò ha pubblicato con dei tagli significativi, modificando anche il testo.

Proprio Viganò aveva chiesto a Ratzinger di scrivere un'introduzione all'opera di Papa Francesco, ricevendo ad inizio febbraio un rifiuto perché uno degli autori della collana aveva criticato il suo magistero e quello di Papa Giovanni Paolo II. Viganò, incredibilmente, ha pubblicato la lettera dell'ex Pontefice stravolgendo il senso delle sue parole, omettendo la parte in cui erano state manifestate delle critiche.

Oltretutto, le polemiche sono scoppiate perché Ratzinger aveva ben specificato di considerare quella sua missiva di risposta come riservata e personale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO