Giornata in ricordo delle vittime della mafia 2018: un milione di persone in piazza

L'associazione "Libera Contro le Mafie" promuove l'iniziativa.

Giornata vittime delle mafie - Libera

Si è celebrata oggi, 21 marzo 2018, la 23esima Giornata dell'Impegno e della Memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. Circa un milione di persone sono scese in piazza in diverse città italiane, mentre l'associazione Libera Contro le Mafie, che è promotrice dell'iniziativa, quest'anno ha scelto di sfilare a Foggia, in un corteo che ha raccolto oltre 40mila persone.

Anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è intervenuto sull'argomento con una nota ufficiale in cui ha scritto:

"Nella Giornata dell'Impegno e della Memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, desidero riaffermare la mia vicinanza a quanti, con passione civile e profondo senso di solidarietà, sono riuniti a Foggia e in tante altre città per testimoniare come il cuore dell'Italia sia con chi cerca verità e giustizia, con chi rifiuta la violenza e l'intimidazione, con chi vuole costruire una vita sociale libera dal giogo criminale"

E poi ha aggiunto:

"I nomi - tutti i nomi - di coloro che sono stati uccisi dalle mafie suoneranno, ancora una volta, come monito alle coscienze di tutti. Fare memoria è un'opera irrinunciabile della comunità, esprime rispetto alle vite spezzate dal ricatto degli assassini, o dalla loro strategia di dominio"

In conclusione il Capo dello Stato ha sottolineato la "responsabilità collettiva" verso chi ha pagato con la vita quella violenza criminale e ha invitato tuti a costruire insieme una società senza mafie.

Alla manifestazione di Foggia ha partecipato anche Don Luigi Ciotti, che è il fondatore di Libera, ed è intervenuto sul palco di Piazza Cavour, dove sono stati letti i nomi delle 970 vittime innocenti delle mafie. Don Ciotti ha spiegato:

"Il 70% dei famigliari delle vittime innocenti non conosce ancora la verità: non è possibile. Non dimenticate che l’omertà uccide la verità e la speranza. Dobbiamo contribuire tutti di più per la verità. Qui piove ma oggi c’è lo stesso la primavera: ci sono migliaia e migliaia di giovani, adulti e associazioni che stanno camminando insieme. Il cambiamento ha bisogno di tutti. Noi lo chiediamo alla politica, alle istituzioni, ma dobbiamo chiederlo anche a noi come cittadini: abbiamo bisogno di cittadini responsabili non di cittadini a intermittenza a seconda delle emozioni e dei momenti"

In prima fila anche il Presidente uscente del Senato Pietro Grasso che si è impegnato a presentare un disegno di legge per l'istituzione di una Commissione d'inchiesta su tutte le stragi che non hanno ancora avuto una completa soluzione.

Foto © Facebook Libera Contro le Mafie

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO