Roberto Fico, primo discorso da presidente della Camera: ecco chi non ha applaudito [VIDEO]

Roberto Fico presidente discorso video

Roberto Fico (M5S) è il nuovo presidente della Camera dei Deputati e subito dopo la nomina ha tenuto il discorso d’insediamento all’aula di Montecitorio. Tra i temi trattati dall’esponente “grillino”, ci sono stati inevitabilmente alcuni dei cavalli di battaglia del movimento che rappresenta, dai tagli ai costi della politica, passando per il riequilibrio delle classi sociali, eliminando privilegi e aiutando sostanzialmente chi ha pagato di più il peso della crisi. L’aula ha accolto il nuovo presidente con un forte applauso, ma le telecamere di Montecitorio hanno inquadrato anche esponenti che non si sono affatto scomposti, anzi sono stati molto freddi nei confronti di Fico.

“Il taglio dei costi della politica deve essere uno dei principali obiettivi della legislatura - ha dichiarato il nuovo presidente della Camera - Le istituzioni sono tenute a farsi carico della richiesta di rinnovamento che deve essere la linfa vitale di questa legislatura. Gli squilibri vanno riequilibrati, è ora prioritario superare definitivamente i privilegi”.

Dopo aver salutato il presidente della Repubblica, Mattarella, e l’ex presidente della Camera, Boldrini, Fico ha sottolineato la necessità del ritorno alla centralità del Parlamento, negli ultimi anni troppo spesso bypassato da ricorsi a maggioranze e ghigliottine. Scorciatoie nei confronti delle quali il nuovo presidente dichiara apertamente guerra. “Non consentirò né scorciatoie né forzature”, ha insistito Fico e alla conclusione del suo primo discorso ha strappato applausi anche tra gli esponenti del PD, ma non tra tutti. A differenza di Franceschini ed Orlando, infatti, alcuni esponenti del “giglio magico”, come Maria Elena Boschi e Luca Lotti, sono rimasti freddi e abbastanza disinteressati. Le scorie delle precedente legislatura non sembrano essere affatto superate.

Vedremo ora come sarà giocata la partita per la formazione del nuovo governo: terrà l’intesa trovata tra il M5S e il centrodestra per i presidenti delle Camere oppure i “grillini” tenteranno un approccio con quel PD all’interno del quale Renzi e la sua cerchia ha ancora un’importante fetta di potere?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO