Grillo come Di Maio: "Salvini mantiene ciò che promette" [VIDEO]

Beppe Grillo Salvini Di Maio

Beppe Grillo a tutto tondo al termine del suo soggiorno a Roma, dove si è intrattenuto per qualche giorno per via del suo spettacolo teatrale. Preso d’assalto dai cronisti presenti fuori dall’hotel Forum, Grillo ha parlato degli ultimi eventi politici di questi giorni, a partire dall’elezione di Roberto Fico alla presidenza della Camera dei Deputati. “Fico è una persona straordinaria, lo sapete. Lo conosciamo tutti”, spiega subito uno dei fondatori del Movimento 5 Stelle. In queste ore si parla inevitabilmente della formazione del nuovo governo, con gli addetti ai lavori che si chiedono se l’asse tra i “grillini” e il centrodestra, dopo aver funzionato per l’elezione della seconda e la terza carica dello Stato, avrà un seguito anche per la composizione dell’esecutivo.

Ovviamente, Beppe Grillo si dice ottimista su Luigi Di Maio quale prossimo presidente del Consiglio, ma rimanda ogni decisione, come previsto, al presidente della Repubblica Mattarella. Sarà lui a dare l’incarico per la formazione del nuovo governo, ma di alleanze e inciuci il comico genovese non vuole sentirne parlare: “Basta, non mi fate parlare di queste cose - aggiunge dopo essere salito in macchina per lasciare la capitale - sono illazioni che fate voi. Qui dobbiamo cambiare il Paese, e lo stiamo cambiando”. Inevitabile la richiesta di un commento sulle ultime parole di Luigi Di Maio, che ha parlato di Matteo Salvini, leader della Lega, quale interlocutore credibile.

“Di Maio? Ma lasciatelo lavorare bene, in pace, tranquillo. Fiducia in lui? Certo che decide Di Maio. Scherzate? È uno statista. Salvini? È uno che se dice una cosa la mantiene”, le parole riferite da Corriere.it.

Qualcuno vi legge un ulteriore mano tesa nei confronti del leader del primo partito di centrodestra, anche se il diretto interessato, tramite un post su Facebook, ha ribadito che al momento Di Maio non abbia chance di fare il presidente del Consiglio, figura che spetta alla coalizione che ha preso più voti alle ultime elezioni politiche del 4 marzo.

“Nel rispetto di tutti - dice Salvini - , il prossimo Premier non potrà che essere indicato dal centrodestra, la coalizione che ha preso più voti e che anche ieri ha dimostrato compattezza, intelligenza e rispetto degli elettori”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO