La nuova vita di Alessandro Di Battista: sarà reporter di Travaglio

alessandro di battista

Alessandro Di Battista sta per iniziare una nuova vita. Dopo aver detto no al secondo mandato da parlamentare con il Movimento 5 Stelle, l’ex deputato ha deciso di volare negli USA con tanto di compagna e del figlioletto Andrea al seguito. Considerato uno dei leader carismatici del movimento fondato Grillo e Casaleggio, “Diba” inizierà la carriera di reporter negli Stati Uniti per conto del Fatto Quotidiano, diretto da Marco Travaglio e per la WebTV del quotidiano Loft. "Potevo avere degli incarichi importanti in questa legislatura - ammette - . Ma quando senti il richiamo, è più forte di te...".

Tra gli addetti ai lavori c’è qualcuno che ritiene Alessandro Di Battista addirittura più pronto di Luigi Di Maio per governare e non è detto che in futuro non lo faccia. Del resto, le regole del M5S gli consentirebbero di fare un’altra legislatura, ma per il momento, vuole iniziare al più presto questa nuova avventura che lo vedrà impegnato per sei mesi a partire dal 1° giugno. Ad ispirarlo, un incontro avvenuto con una famiglia di viaggiatori danesi durante uno dei suoi soggiorni in America Latina:

"Vidi la serenità di questa famiglia, della bimba di pochi mesi sempre insieme ai genitori e mi venne in mente questo sogno, pensai che prima o poi lo avrei fatto con la mia".

Da giugno a dicembre, dunque, Di Battista avrà modo di effettuare reportage, raccontare storie, raccogliere idee e proposte. Si tratta della realizzazione di un sogno, come conferma il diretto interessato tramite un video pubblicato sul proprio profilo Facebook:

"Sto andando a fare quello che ho sempre sognato, indagare dei fenomeni e poterli scrivere. Io farò anche 40 anni, Andrea festeggerà il suo primo compleanno probabilmente in Guatemala, dove io ho lavorato".

Per la politica ci sarà ancora tempo, forse in futuro, anche se non è stato affatto facile dire di no ad un secondo mandato e alla possibilità di ricoprire un importante incarico.

"A me dispiace non essere lì dentro - insiste - in questa legislatura. E' stata una scelta sofferta perché quando si combatte così tanto e ci si impegna così tanto, poi ti dispiace di non esserci in prima linea come prima. Tuttavia ho scelto, e sono proprio contento della scelta che abbiamo fatto".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO