Salvini: "Io pronto a fare il Premier, ma non dico 'Io o la morte'". E apre al reddito di cittadinanza

Sul M5S dice: "Per ora si sono dimostrati affidabili".

Matteo Salvini dice che il M5S è affidabile


Dichiarazione dopo dichiarazione l'ipotesi di un'alleanza Lega-M5S sembra farsi strada, nonostante le uscite di Silvio Berlusconi. I diretti interessati, infatti, non fanno che scambiarsi attestati di stima. Da Beppe Grillo e Luigi Di Maio che dicono che Matteo Salvini e un uomo di parola allo stesso Salvini che dei Cinque Stelle dice che finora si sono dimostrati affidabili e che grazie al loro accordo sono riusciti a eleggere i Presidenti di Camera e Senato in 24 ore.

Ma non basta, perché oggi Salvini ha anche aperto a uno dei temi "iconici" del M5S, vale a dire il reddito di cittadinanza e ha detto:

"Se fosse pagare la gente per stare a casa no, ma se fosse uno strumento per reintrodurre nel mondo del lavoro chi oggi ne è uscito allora sì"

Per quanto riguarda invece l'incarico di Presidente del Consiglio, Salvini, sia a Tele Lombardia sia a Rainews 24, oggi ha confermato di essere pronto a ricoprire questo ruolo, ma allo stesso tempo ha detto anche di essere disposto a farsi da parte per il bene del Paese:

"Io sono pronto per fare il premier. A me interessa che l'Italia cambi: sono pronto a metterci la faccia ma non è che è 'O Salvini o la morte', Salvini è a disposizione, ma se c'è una squadra possiamo ragionare con la squadra"

E ha aggiunto che per quanto concerne il governo dovrà parlare prima con gli alleati e poi con gli altri, a partire proprio dai Cinque Stelle che, ha sottolineato "hanno preso i voti che hanno preso".

Salvini ha poi ribadito per l'ennesima volta i punti fondamentali del programma come l'abolizione della legge Fornero, che è anche uno dei capisaldi del programma pentastellato, e auspica di riuscire, nei cinque anni di governo, a intervenire anche sulla Costituzione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO