Francia, Nicolas Sarkozy rischia il processo per corruzione

Un'intercettazione incastra l'ex Presidente francese e un ex magistrato

nicolas-sarkozy.jpg

L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy rischia di finire a processo insieme ad altre due persone con la pesante accusa di corruzione e traffico d'influenza. È quanto rivelano i magistrati francesi che hanno rinviato a giudizio il politico insieme al suo avvocato Thierry Herzog e all'ex magistrato Gilbert Azibert.

Sarkozy, fermato pochi giorni fa a Parigi e interrogato a lungo a proposito dei finanziamenti illeciti legati alla campagna elettorale del 2007, secondo l'accusa avrebbe tentato di corrompere un giudice per farsi rivelare informazioni private circa l'indagine su quei finanziamenti illeciti.

I fatti risalgono al 2014, due anni dopo la fine del mandato di Sarkozy alla guida della Francia. L'ex Presidente, consapevole dell'indagine in corso nei suoi confronti, avrebbe contattato telefonicamente il magistrato Gilbert Azibert, all'epoca impiegato presso la Corte di Cassazione, e gli avrebbe proposto uno scambio: le informazioni sull'inchiesta in corso in cambio di un prestigioso posto di lavoro a Monaco, ottenibile grazie alle conoscenze dello stesso Sarkozy.

Le autorità stavano tenendo sotto controllo il telefono dell'ex Presidente e quella chiamata è stata registrata. Azibert e Sarkozy, dopo aver contestato la legalità di quella intercettazione, hanno respinto ogni accusa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO