Puigdemont è stato scarcerato su cauzione: liberi anche i 3 ex ministri catalani

Carles Puigdemont

L’ex presidente catalano Carles Puigdemont è stato rimesso in libertà condizionata dal tribunale territoriale tedesco dello Schleswig-Holstein: rilascio su cauzione dopo l’arresto avvenuto lo scorso 25 marzo al confine tedesco mentre Puigdemont rientrava verso il Belgio. Rigettata anche l’accusa di ribellione proveniente dalla Spagna con conseguente no all’estradizione chiesta da Madrid. "Rispettiamo la decisione tedesca", è stato il primo commento del ministro della giustizia spagnolo, Rafael Català.


Secondo quanto riferisce La Vanguardia online, il presidente della Catalogna, che è anche accusato in spagna di malversazione di fondi pubblici, è stato rimesso in libertà dietro il pagamento di una cauzione da 75.000 euro. Il tribunale tedesco ha dichiarato "inammissibile" la richiesta di estradizione ricevuta da Madrid sul reato di ribellione per "motivi giuridici". Citato da ‘Efe, il Ministro della Giustizia spagnolo, Rafael Català, ha dichiarato di "rispettare la decisione tedesca" e che comunque la procedura di estradizione sarà "lunga". Secondo quanto riferito da TV3, Puigdemont uscirà dal carcere tedesco venerdì 6 aprile.

Puigdemont: liberi anche i suoi ex 3 ministri

Al contempo, il tribunale del Belgio ha rimesso il libertà e senza cauzione gli ex tre ministri catalani Meritxell Serret, Toni Comin e Lluis Puig, per i quali la Spagna chiede l’estradizione esattamente come per l’ex presidente. Subito dopo l’udienza presso il tribunale di Bruxelles, Toni Comin avrebbe chiesto, secondo quanto riferisce TV3, che ora vengano liberati anche i 9 leader catalani che sono detenuti in Spagna con la stessa accusa di ribellione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO