Facebook, istruttoria dell’Antitrust sulla raccolta dei dati

facebook-occhio.jpg

Il pesante coinvolgimento di utenti italiani nel Datagate di Facebook, esploso poche settimane fa col caso Cambridge Analytica, ha spinto l’Autorità Garante della Concorrenza e Del Mercato (AGCM) ad aprire un’istruttoria per “informazioni ingannevoli su raccolta e uso dati”.

L’annuncio è stato fatto dal Presidente dell’Antitrust Giovanni Pitruzzella nel corso di un’intervista a SkyTG24 e subito dopo confermato via Twitter dall’account ufficiale dell’AgCm:

L'Antitrust ha aperto oggi un procedimento per pratiche commerciali scorrette, che riguarda il messaggio ingannevole che viene dato al consumatore. Quando ci iscriviamo a Facebook sulla home page troviamo un messaggio che dice che il servizio è gratuito e lo sarà sempre. Ma il consumatore non è messo in grado di sapere che al contrario cede dei dati, per i quali ci sarà un uso commerciale, come dimostrano anche le recenti vicende.

Per stessa ammissione dell’AgCm, Facebook avrebbe

adottato un’informativa priva di immediatezza, chiarezza e completezza, in fase di registrazione alla piattaforma Facebook, con riferimento alle modalità di raccolta e utilizzo dei dati dei propri utenti a fini commerciali, incluse le informazioni generate dall’uso da parte dell’utente Facebook di app di società appartenenti al gruppo e dall’accesso a siti web/app di terzi.

e

avrebbe costretto i propri utenti registrati ad accettare, in via generale e preventiva, il trasferimento e l’uso dei propri dati da/a terzi operatori per tutte le volte che l’utente accederà o utilizzerà siti web e app di terzi.

Dopo l’indagine del Garante della Privacy, insomma, il social network è finito anche nel mirino di quello della Concorrenza e Del Mercato. L’AgCm a questo punto dovrà verificare se effettivamente Facebook ha ingannato i consumatori italiani in fase di iscrizione alla piattaforma e se il trasferimento dei dati a terzi può essere revocato in toto o se invece è necessario farlo per ogni singola applicazione a cui si è dato l’accesso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO