Elezioni regionali in Molise: Donato Toma del Centrodestra è il nuovo presidente

I dati sull'affluenza alle urne e i risultati in diretta.

Elezioni Regionali Molise 22 aprile 2018 - Candidati

Ore 9:10 - Scrutinate 370 sezioni su 394. Donato Toma (centrodestra) è davanti con il 44% dei voti, contro il 38,1% di Andrea Greco (Movimento 5 Stelle) e il 16,9% di Carlo Veneziale (centrosinistra). Greco ha riconosciuto la vittoria del centrodestra con un post sul proprio profilo di Facebook:

Ore 8:26 - 351 sezioni su 394 scrutinate. Donato Toma (centrodestra) ha il 44,2% ed è davanti ad Andrea Greco (Movimento 5 Stelle) con il 37,8% e Carlo Veneziale con il 16,9%.

Ore 7:30 - 325 sezioni su 394 scrutinate e Donato Toma è al 44,38% davanti ad Andrea Greco con il 37,49% e Carlo Veneziale con il 17%.

Ore 7:10 - La vittoria di Donato Toma del Centrodestra sembra ormai cosa fatta visto che con 306 sezioni scrutinate su 394 il suo vantaggio è del 44,52% davanti ad Andrea Greco con il 37,42%.

Ore 6:30 - Sono state scrutinate 261 sezioni su 394 e Donato Toma ha un ampio vantaggio con il 44,68% delle preferenze (43.543) davanti ad Andrea Greco con il 37,15% (36.209), Carlo Veneziale con il 16,58% (16.156) e Agostino Di Giacomo con lo 0,36% (355).

Lunedì 23 aprile ore 01:25 - 2 ore e mezzo dopo la chiusura dei seggi arrivano ancora poche notizie sullo spoglio: scrutinate le prime poche sezioni in testa c’è Donato Toma della coalizione di Centrodestra con 468 voti davanti ad Andrea Greco del MoVimento 5 Stelle con 450 voti, mentre Carlo Veneziane del Centrosinistra ne ha 167 e Agostino Di Giacomo di Casapound solo due. Vi aggiorneremo nelle prossime ore, quando il numero di sezioni scrutinate sarà più consistente.

Ore 23:55 - Finalmente è stata comunicata l'affluenza totale che è stata del 52,16%, i votanti sono stati 172.804.

Ore 23:21 - Ormai mancano solo una decina di comuni per il dato sull’affluenza totale. Ricordiamo che i Comuni sono in totale 136 e sono state allestite 394 sezioni.

Ore 23:00 - I seggi sono chiusi. Tra poco avremo le prime informazioni sull'affluenza definitiva in tutto il Molise.

Ore 19:05 - L’affluenza fino alle ore 19 è stata del 38,98%, nelle elezioni regionali precedenti del 2013 alla stessa ora era stata del 32,96%.

Ore 12:58 - L’affluenza alle elezioni regionali in Molise alle ore 12:00 è pari al
15,17% degli aventi diritto, 50.247 votanti sui 331.000. Alle politiche del 4 marzo scorso, sempre alle 12:00, aveva votato il 17,88%. I seggi rimarranno aperti fino alle 11 di stasera.

Domenica 22 aprile 2018 - Oggi il voto in Molise per eleggere il nuovo consiglio regionale e il nuovo presidente della Regione, con i seggi che dalle 7 di stamattina resteranno aperti fino alle 23. Quattro i candidati alla poltrona di governatore: Donato Toma sostenuto dal centrodestra, Andrea Greco per il MoVimento 5 Stelle, Carlo Veneziale candidato di Pd, Liberi e uguali e altre liste, e Agostino Di Giacomo candidato di Casapound. A giocarsi la carica di presidente del Molise saranno secondo i sondaggi Toma e Greco.

Il presidente della regione uscente è Paolo Frattura del Partito democratico. La soglia di sbarramento è all'8% e non è previsto ballottaggio. I votanti sono 331.253.

I risultati delle elezioni regionali in Molise di oggi saranno importanti anche in chiave nazionale, per saggiare i rapporti di forza tra i partiti, in particolare tra Centrodestra e M5S, in vista della formazione del governo.

Elezioni regionali Molise, 22 aprile 2018: candidati e sondaggi

Venerdì 20 aprile 2018 - Conto alla rovescia per le elezioni regionali 2018 in Molise. Oggi si chiude la campagna elettorale e alcuni dei più importanti leader della politica nazionale sono andati a Termoli, Isernia e Campobasso per i comizi di chiusura. Tra due giorni i molisani saranno chiamati alle urne, ma il voto è sotto l'osservazione dell'intero Paese. Il Molise in questa delicata fase politica è come l'Ohio nelle elezioni americani: ha tutti gli occhi addosso, perché il voto potrebbe essere interpretato anche come un segnale a livello nazionale, visto lo stallo in cui si trovano le trattative per la formazione del governo, con il Presidente della Repubblica che prenderà una decisione su come procedere proprio tra due giorni, quindi con i risultati del Molise in mano. Qui di seguito trovate gli ultimi sondaggi e la presentazione dei candidati.

Elezioni regionali Molise 2018: ultimi sondaggi

Venerdì 20 aprile 2018 - Dagli ultimi sondaggi sulle elezioni regionali in Molise del 22 aprile 2018 sembra possa esserci un testa a testa tra il candidato del MoVimento 5 Stelle Andrea Greco e quello della coalizione di centrodestra Donato Toma. Euromedia Research dà il centrodestra al 36,6% e il M5S al 34,2% mentre la coalizione di centrosinistra che si presenta con Carlo Veneziale è staccata al 21,4%.

Elezioni regionali Molise: i candidati

Martedì 10 aprile 2018 - Domenica 22 aprile 2018 in Molise si vota per le elezioni regionali: si deve scegliere il nuovo consiglio regionale e il Presidente che andrà a prendere il posto di Paolo Di Laura Frattura del PD, che non si ricandida.

Inizialmente queste elezioni erano state previste accorpate alle elezioni nazionali del 4 marzo, ma, a causa di una nuova legge elettorale regionale, il ministero degli Interni le ha dovute scorporare fissando come data, appunto, il 22 aprile. La nuova legge prevede la presenza di un unico collegio elettorale e chi ottiene più voti ha diritto a un premio di maggioranza, dunque la governabilità è garantita. C'è uno sbarramento all'8% per le coalizioni e al 3% per le singole liste, inoltre sono stati eliminati il listino maggioritario e il voto disgiunto.

Alle elezioni politiche del 4 marzo il partito più votato è stato il MoVimento Cinque Stelle, che ha ottenuto il 44,79% dei voti e questo è un dato molto interessante in vista del voto del 22 aprile, ma lo stesso voto delle regionali molisane potrebbe essere un segnale da tenere in considerazione anche per la politica nazionale, visto che è ancora in una fase di stallo e non è detto che fino a quel giorno si sarà già formato il nuovo governo. Tuttavia dai sondaggi emerge una notevole vicinanza nei numeri tra i candidati di M5S, Centrodestra e Centrosinistra, per questo sarà interessante seguire i risultati. Vediamo intanto i candidati.

Elezioni Molise 2018, candidato M5S: Andrea Greco


Andrea Greco - Molise - Candidato del M5S

Andrea Greco è stato scelto come candidato Presidente in Molise dagli attivisti del MoVimento Cinque Stelle che hanno votato online e gli hanno dato 212 preferenze, preferendolo alla consigliera regionale uscente Patrizia Manzo che ne ha ottenute 154. Ha 33 anni ed è laureato in Giurisprudenza, ma ha anche una passione per il teatro.

La sua candidatura ha fatto discutere perché alcuni giornali hanno sottolineato la sua parentela con un affiliato della camorra. Lui stesso ha chiarito questo legame spiegando che il boss in questione è il marito di una sua zia, il matrimonio è avvenuto alcuni anni prima che lui nascesse e la sua famiglia non ha mai condiviso la decisione della donna. Inoltre il padre di Andrea Greco è rimasto ferito durante un blitz alla ricerca dello zio criminale e lo Stato gli ha riconosciuto un risarcimento di 150 milioni di lire, ritenendo che, appunto, non fosse implicato con la criminalità e che il suo ferimento sia avvenuto per sbaglio.

Luigi Di Maio si è speso molto per la candidatura di Andrea Greco, trascorrendo dei giorni a Termoli proprio in una delle settimane decisive per le consultazioni con Sergio Mattarella.

Elezioni Molise 2018, candidato Centrosinistra: Carlo Veneziale


Carlo Veneziale - Molise - Candidato Centrosinistra

Carlo Veneziale è il candidato del PD sostenuto anche da Liberi e Uguali e dalle lista Molise 2.0, Molise di Tutti e Unione per il Molise. Nel Centrosinistra c'è stato un po' di caos prima di scegliere il candidato, perché il Presidente uscente Paolo Di Laura Frattura, che nel 2013 ha interrotto la lunga presidenza di Michele Iorio, che durava dal 2001, prima ha detto di non volersi candidare, poi ha cambiato idea quando Antonio Di Pietro ha rifiutato a sua volta di candidarsi, infine si è arrivati a scegliere Veneziale, che è attualmente assessore alle Politiche dello sviluppo economico - Marketing territoriale - Internazionalizzazione delle imprese. Nato a Napoli il 19 febbraio 1969, vive e lavora da sempre a Isernia. È laureato in Economia e Commercio e lavora per UnipolSai Assicurazioni dal 1996. È iscritto all'albo dei promotori finanziari, è stato membro del consiglio di amministrazione della Finmolise SpA da settembre 2005 a maggio 2010, del Cda della Finmolise Sviluppo e Servizi Srl da dicembre 2008 ad aprile 2012 e Amministratore Unico sempre della Finmolise Spa da settembre 2013 ad agosto 2015. Ha rivestito diverse importanti cariche nel partito a livello locale, è stato consigliere comunale di Isernia, poi di Longano, da agosto a dicembre 2015 è stato consigliere regionale e a febbraio 2016 è diventato assessore.

Elezioni Molise 2018, candidato Centrodestra: Donato Toma


Donato Toma - Molise - Candidato Centrodestra

Donato Toma è sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia, Lega Salvini Molise, Unione di Centro, Movimento Nazionale per la Sovranità, Orgoglio Molise, Popolari per l’Italia e Iorio per il Molise. È nato a Napoli il 4 dicembre 1957, è presidente dell'Ordine dei Commercialisti di Campobasso e lavora sia come commercialista, sia come docente presso la Facoltà di Economia dell'Università degli Studi del Molise. Dal 2013 al 2014 è stato Assessore al Bilancio per il Comune di Campobasso. Durante la campagna elettorale ha girato il Molise con il #perbeneTour. Qui trovate il suo curriculum completo.

Elezioni Molise 2018, candidato CasaPound: Agostino Di Giacomo


Agostino Di Giacomo - Molise - CasaPound

In Molise c'è anche un candidato di CasaPound, Agostino Di Giacomo, che è di Isernia, ma dal suo account ufficiale Facebook risulta che vive a Roccaravindola, nel Lazio. La sua occupazione è "Responsabile di CasaPound Isernia e Sovranità Molise!". In campagna elettorale è stato accompagnato dal leader del suo partito, Simone Di Stefano. Tra i propositi del suo programma ci sono: rendere il Molise una regione a immigrati zero, garantire il reddito regionale di natalità, fare fronte all'emergenza abitativa rilanciando l'edilizia popolare con il "mutuo sociale".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO