Catania, Salvini: "Di Maio, fai un passo di lato come me"

matteo-salvini.jpg

Anche la Presidente Elisabetta Casellati non sembra essere riuscita a smuovere le acque. Tutti i protagonisti di questa fase post elettorale sono fermi sulle rispettive posizioni: il Movimento 5 Stelle non vuole sentir parlare di un Governo con Berlusconi e, al tempo stesso, la Lega non ha nessuna intenzione di lasciare il centrodestra per andare al Governo, come componente minoritaria, insieme ai 5 Stelle.

Matteo Salvini era talmente convinto che nulla sarebbe cambiato che ha preferito non modificare i suoi programmi, mandando alle consultazioni i capigruppo Giorgetti e Centinaio. Una volta atterrato a Catania il leader leghista ha subito parlato davanti ai cronisti: "Ho il dubbio che il M5S usi Berlusconi per non andare al governo". Salvini ha anche commentato l'ultimatum di Di Maio, che l'ha invitato a decidere "entro una settimana": "Non vedo dove sia il rispetto del voto degli italiani: il secondo arrivato che impone le regole del gioco al primo, lui vuole comandare... Il prossimo giornalista chieda a Luigi Di Maio 'senti ma tu sei disponibile come ha fatto Matteo Salvini a fare un passo a lato, pur di far partire il governo?'. Se vi dirà di no è perché vuole fare il premier, e allora non sa stare al mondo".

In definitiva, Salvini resta fermo sulla sua posizione: "O Di Maio e Berlusconi smettono di dirsi no a vicenda o gli italiani non si meritano di andare avanti un mese in questo modo". Se non si sblocca la situazione, per Salvini la soluzione è quella di un ritorno alle urne.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO