Salvini: "Da Casellati provo a convincere gli altri. Per me va bene un terzo nome"

Il leader del Centrodestra ha detto che proverà a"inventarsi" qualcosa per venire a capo della situazione.

Salvini a Catania

Matteo Salvini questa mattina ha partecipato a un incontro con i lavoratori della Auchan a Catania e ora si prepara a tornare a Roma dove, alle 14:30, ha appuntamento a Palazzo Giustiniani con la Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, dalla quale si presenterà con i rappresentati di Forza Italia e Fratelli d'Italia.

A margine dell'incontro di stamane il leader della Lega si è fermato con i giornalisti ai quali ha detto:

"Vediamo se riesco a inventarmi qualcosa in più rispetto al tanto che come Lega abbiamo già ipotizzato per iniziare a partire. L'Italia non può aspettare. Non c'è alcuna novità. Se tutti continuano a rimanere fermi sulle loro posizioni. Io ultimatum non ne pongo, vediamo se oggi dal presidente Casellati, insieme a tutti, riesco a convincere gli altri"

Salvini ha anche rilasciato un'intervista a Emanuele Lauria di Repubblica al quale ha detto:

"Ripeteremo con coerenza quello che abbiamo detto fin dal primo giorno: è giusto che gli italiani abbiano un governo con i primi e i secondi che lavorino a un governo senza veti e senza capricci. Da tempo, invece, i 5 Stelle dicono 'No, no, no, se c'è Berlusconi noi non ci stiamo e poi comunque Di Maio deve fare il Premier e poi decidiamo noi chi c'è e chi non c'è'. Se i 5 Stelle continueranno con la loro cocciutaggine e arroganza non se ne esce, magari preferiscono cambiare l'Italia con Renzi e con la Boschi, mi sembra uno strano modo per cambiare l'Italia"

Gli viene poi chiesto dell'ipotesi di un appoggio esterno di Forza Italia:

"È strano che i secondi arrivati impongano le regole del gioco ai più votati dagli italiani. Ci siamo presentati come Centrodestra con candidati comuni, eletti con i voti di tutti e poi perché Di Maio non gradisce questo modello di democrazia cambiamo quello che abbiamo chiesto agli italiani? No"

Alla domanda sulla possibilità di accordarsi su un terzo nome, Salvini conferma la sua disponibile, ma dice:

"Prima di fare fantasie sul terzo nome occorre che gli altri dicono a me andrebbe bene un terzo nome. A me andrebbe bene, ma Di Maio finora ha sempre detto 'Io, io, io'"

Poi spiega che l'eventuale Premier dovrebbe essere un eletto, non un personaggio esterno all'arco parlamentare:

"Deve essere un terzo nome condiviso, non uno esterno, abbiamo già dato con Monti"

Sulla possibilità che Mattarella opti per un governo del Presidente, quindi sostanzialmente un governo tecnico, Salvini dice:

"Per fare cosa? Con che programma? Con quali temi? Sulla Fornero che si fa? Sull'immigrazione che si fa? Non sarebbe un governo appoggiato dalla Lega"

Salvini dopo incontro con Casellati oggi sarà in Molise, a Isernia.

Foto © Facebook Matteo Salvini

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO