Telefonata Salvini-Di Maio. Trattativa segreta Lega-5 Stelle per il governo?

Secondo "Repubblica" trattativa segreta Lega-5 Stelle per il governo ma i timori di Salvini, che non vuol passare da traditore, frenano la formazione dell'esecutivo.

trattativa segreta Lega-5 stelle

Una telefonata tra Salvini e Di Maio di cui il leader leghista ha parlato con la presidente della Camera Maria Elisabetta Casellati, prima esploratrice del Presidente della Repubblica, impegnata negli scorsi giorni a far dialogare Cinque Stelle e Centrodestra. Tutto è accaduto ieri mattina tra gli stand del Salone del Mobile di Milano, in questi giorni diventato luogo di incontro-scontro, ravvicinato o a distanza, tra i leader politici.

Era stato lo stesso Salvini a parlare della telefonata con Di Maio con la presidente del Senato cui avrebbe spiegato di aver “sondato" il leader Cinque Stelle. "Mi ha detto che sta ragionando".

Poi la stilettata alla senatrice FI Licia Ronzulli, fedelissima di Silvio Berlusconi:

"Ho visto che la Ronzulli ha detto che è tutto chiuso, ma io continuo testardamente e ingenuamente".

Repubblica: trattativa segreta Lega-5 Stelle per un governo senza B.

E secondo quanto riferisce oggi la Repubblica tra MoVimento Cinque Stelle e Lega sarebbero in corso trattative segrete per far nascere il governo, lasciando a casa Forza Italia e Berlusconi: "Io sono pronto ad andare avanti, anche da solo" avrebbe detto Salvini secondo il quotidiano capitolino, da sempre vicino al Pd.

L’accordo finale tra Movimento Cinque Stelle e Lega "sembra quasi cosa fatta". Repubblica parla di grandi manovre in corso per arrivare a un accordo:

"c'è chi giura di aver visto Di Maio e Toninelli entrare giovedì pomeriggio negli uffici della Lega dove si trovavano Salvini e Giorgetti, nel pieno delle delle consultazioni".

Sempre secondo il quotidiano fondati da Eugenio Scalfari, Salvini non vuole fare la parte del traditore, quindi starebbe cercando di logorare Berlusconi, di stringerlo all’angolo fino a far rompere a lui l’alleanza di centrodestra. Un tranello in cui l’ex premier non sembra disposto a cadere, a giudicare dalle sue parole di stamattina che confermano la leadership di Salvini abbassando i toni con i 5 Stelle che a loro volta nel pomeriggio di ieri li avevano alzati dopo le sentenza di primo grado sulla trattativa Stato-Mafia e la condanna di Dell'utri.

Tutto questo mentre domani il Capo dello Stato potrebbe dare un secondo mandato esplorativo a Roberto Fico, presidente della Camera pentastellato, dopo quello conferito, senza esito, alla presidente forzista del Senato Maria Elisabetta Casellati.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO