Striscia di Gaza: Israele chiude lʼunico valico d'accesso per le merci

Marcia del Ritorno

Israele chiuderà il valico di Kerem Shalom, l'unico punto di transito merci rimasto aperto verso la Striscia di Gaza. La chiusura sarà in vigore da domani 13 maggio fino a nuovo ordine ed è stata giustificata dall'esercito israeliano come risposta "delle devastazioni e degli incendi causati dal lato palestinese da parte di decine di rivoltosi sotto gli auspici di Hamas".

Gaza, 'Marcia del ritorno': soldati israeliani uccidono 3 palestinesi

27 aprile 2018

Ancora una giornata di scontri, morti e feriti nella Striscia di Gaza lungo il confine con Israele. Circa 10mila palestinesi, secondo fonti israeliane, hanno partecipato alla 'Marcia del ritorno' per il quinto venerdì consecutivo. I manifestanti si sono riuniti in 5 punti diversi, dove sono riusciti a sfondare la recinzione di filo spinato. I soldati israeliani hanno reagito a questa azione sparando gas lacrimogeni ed anche proiettili.

Tre persone sono rimaste uccise, mentre altri 200 sono i feriti a causa dei colpi d'arma da fuoco e per l'inalazione dei gas lanciati lacrimogeni. Jonathan Conricus, portavoce militare israeliano, ha così descritto quanto accaduto: "Un tentativo di massa da parte di decine di facinorosi di sfondare i reticolati di confine è stato bloccato di misura al valico di Karni. I facinorosi hanno cercato di abbattere i reticolati e di appiccare il fuoco, ma sono stati respinti dai militari". Sempre secondo Conricus i palestinesi avrebbero "lanciato ordigni esplosivi, bombe a mano, bottiglie incendiarie e pietre" e la risposta dell'esercito israeliano sarebbe stata proporzionata "in base alle regole di ingaggio".

Questa mobilitazione dovrebbe arrivare al suo culmine a metà maggio. Dal 30 marzo, quando tutto è iniziato, sono 44 i palestinesi che hanno perso la vita, mentre i feriti sono ormai migliaia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO