Netanyahu: "Iran prepara 5 bombe nucleari", Teheran risponde: "È un famoso bugiardo"

Netanyahu Iran

1 maggio 2018, 20.00 - La tensione tra Iran e Israele è alle stelle. Dopo i documenti mostrati a Tel Aviv dal primo ministro Benjamin Netanyahu, da Teheran è arrivata oggi la replica ufficiale, che è più un'accusa nei confronti di Netanyahu.

Bahram Ghasemi, portavoce del ministro degli esteri dell'Iran, ha definito il primo ministro di Israele "un famoso bugiardo che non ha nulla da offrire oltre a bugie e inganni. Le sue accuse sono consumate, inutili e vergognose".

L'Iran rispedisce quindi al mittente le accuse, definendo come falsi i documenti che confermerebbero le intenzioni del Paese sul nucleare, negli stessi giorni in cui il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha ribadito l'intenzione da uscire dall'accordo.

L'Iran ha precisato, anche dopo la diffusione di questi documenti, di aver smesso di tentare di costruire bombe nel 2015, quando ha firmato l'accordo internazionale.

Netanyahu: "Iran prepara 5 bombe nucleari come quelle di Hiroshima"

30 aprile 2018, 20.00 - Tel Aviv - Benjamin Netanyahu punta il dito contro l’Iran nel corso di una conferenza stampa tenuta presso la sede del ministero della Difesa. Il premier israeliano ha mostrato pubblicamente quelle che lui stesso ha definito come "le nuove e conclusive prove del programma bellico nucleare iraniano". Si tratta di un vero e proprio dossier composto da "55mila documenti e altri 55mila file su cd, copia esatta degli originali provenienti dagli archivi segreti del programma nucleare iraniano", dati che Israele ha ottenuto solo alcune settimane orsono.

Secondo Netanyahu, nonostante l’accordo nucleare stipulato con le altre potenze occidentali, l’Iran starebbe continuando nella costruzione di bombe atomiche. "L'Iran ha mentito, molte volte - insiste il premier israeliano - Vi mostreremo quello che il mondo non ha mai visto prima. Si tratta di uno dei maggiori successi di intelligence che Israele abbia mai conseguito". Del dossier mostrato alla stampa, fanno parte video, fotografie, ma anche mappe e altri documenti fin qui segreti, che proverebbero come "l'Iran ha continuato a proteggere e ad estendere le proprie conoscenze sulle armi atomiche, per uso futuro".

Netanyahu ieri al telefono con Trump

L’obiettivo di Teheran sarebbe quello di "dotarsi di almeno cinque ordigni nucleari analoghi a quelli utilizzati su Hiroshima - insiste Netanyahu - L'Iran ha mentito ancora nel 2015 all’Agenzia internazionale per l'energia atomica". Prima della conferenza stampa di oggi, il premier israeliano avrebbe sentito ieri al telefono con il presidente degli Stati Uniti d’America, Donald Trump, che avrebbe sposato in pieno la sua linea di esposizione dei fatti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO