Direzione PD, i renziani chiedono il supporto con una raccolta firme

Raccolte 116 firme tra i 214 componenti della Direzione Nazionale del PD

La Direzione PD - Febbraio 2017

15.10 - Piccola bufera nella tarda mattinata di oggi, legata a un sito internet nato a tempo di record e non legato direttamente al Partito Democratico. SenzaDiMe.it, registrato da un elettore del PD, tale Alberico De Luca, aveva elencato tutti i membri della Direzione del PD dividendoli in favorevoli o contrari alla trattativa con M5S, dedicando una parte anche a chi non si era ancora espresso pubblicamente in modo chiaro.

È bastata però una manciata di ore, dopo la diffusione della notizia di un documento fatto girare dai renziani, a far scoppiare una piccola polemica legata proprio a queste posizioni nei confronti del PD. Nonostante le persone coinvolte avessero in qualche modo espresso la propria opinione, vedere quei nomi nero su bianco ha portato il PD a pretendere la rimozione di quell'elenco.

Al momento, infatti, tutti i nomi sono stati sostituiti con "omissis" e in testa al sito è comparso un messaggio del suo creatore:

Il PD non è una società privata come la Casaleggio Associati. È un partito plurale, aperto, in cui tutti i membri della Direzione Nazionale esprimono la loro legittima idea. Alcuni esponenti del Partito Democratico hanno chiesto di chiudere questo sito che si limita a riportare opinioni espresse pubblicamente, come nelle migliori tradizioni anglosassoni, con i riferimenti e i link ai tweet e alle dichiarazioni. Era ispirato a un principio di trasparenza democratica nelle scelte fondamentali che connotano la vita nazionale. Non intendeva dividere il Partito, ma informare gli elettori.
Su ogni nome adesso troverete un “omissis”, vista l’intenzione dei diretti interessati a non mostrare la propria linea politica in forma aggregata.

14.00 - È l'ANSA a rivelare che domani, in occasione della Direzione Nazionale del Partito Democratico, tutte le componenti del partito che non fanno capo a Renzi sono intenzionate a chiedere un voto sul mandando del segretario reggente Maurizio Martina, nel tentativo di ufficializzare la sua posizione alla guida del PD.

Non è chiaro, al momento, se numeri alla mano si tratta di un'operazione destinata a portare un risultato concreto.

12.50 - L'area renziana del Partito Democratico, in vista della Direzione fissata per domani, 3 maggio 2018, ha iniziato a far girare ieri una raccolta di firme tra tutti i parlamentari e i membri della Direzione del PD, chiedendo loro, di fatto, di essere d'accordo su tre diversi punti, a cominciare dall'essere contrari al fare le conte interne, dimostrando una sorta di unione che almeno in teoria non c'è più da tempo.

A pubblicare il documento integrale è Il Fatto Quotidiano, confermando che ad oggi almeno 116 persone avrebbero già firmato, 77 deputati su 105 e 39 senatori su 52. Tra questi ci sarebbero anche i due capigruppo Graziano Delrio e Andrea Marcucci.

Questi i tre punti contenuti nel documento:


  1. Crediamo dannoso fare conte interne nella prossima Direzione. È più utile riflettere insieme sulla visione che ci attende per le prossime sfide e sulle idee guida del futuro del centrosinistra in Italia

  2. Crediamo che lo stallo creato dal voto del 4 marzo sia frutto dell’irresponsabilità del Centrodestra e del Movimento Cinque Stelle che con la loro campagna elettorale permanente hanno messo e stanno continuando a mettere in difficoltà il nostro Paese

  3. Crediamo che il Pd debba essere pronto a confrontarsi con tutti, ma partendo dal rispetto dell’esito del voto: per questo non voteremo la fiducia a un governo guidato da Salvini o Di Maio. Significherebbe infatti venire meno al mandato degli elettori democratici. È utile invece impegnarci a un lavoro comune, insieme a tutte le altre forze politiche, per riscrivere insieme le regole del nostro sistema politico-istituzionale.

116 firmatari su 214 componenti della Direzione Nazionale del PD, poco più della metà.

La divisione, quindi, si conferma piuttosto netta, con i 19 membri vicini a Maurizio Martina, i 23 di Andrea Orlando e i 23 di Dario Franceschini e i 13 vicini a Michele Emiliano che hanno preferito mantenere i rispettivi schieramenti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO