Di Maio: Salvini piegato a Berlusconi solo per le poltrone. Subito al voto

subito al voto

Matteo Salvini crede ancora che un governo con il Movimento 5stelle sia possibile. O meglio lui ci proverà fino all’ultimo minuto dicendosi disponibile già da oggi pomeriggio a sedersi a un tavolo con Luigi Di Maio.

“Qua vince chi è più resistente, serve la Margherita itala che ho visto a Euroflora. Vediamo di riuscire a mettere in piedi questo governo che è un parto”

ha detto stamattina il leader della Lega a margine della sua visita a Euroflora 2018 a Genova.

"Ribadisco che farò e faremo tutto il possibile fino all'ultimo minuto e in attesa che nasca un governo mettiamoci a far lavorare almeno le commissioni parlamentari"

ha aggiunto Salvini. Senza commissioni infatti le Camere sono bloccate, i parlamentati per due mesi non hanno praticamente lavorato pur intascando il lauto stipendio. Di Maio, che dopo il naufragio della trattativa con il Pd aveva evocato il voto subito, a giugno, ribadisce con un tweet la linea politica dei MoVimento 5stelle: niente accordi con Salvini se prima non scarica Berlusconi, cioè governo Lega-5stelle sì, 5stelle con tutto il centrodestra no.

Continua quindi il botta e risposta con il segretario leghista che stamattina si è detto disposto fare di tutto per tentare di formare il governo, tutto tranne che rompere con il Cav. Proprio quello che gli rimprovera Di Maio che accusa il segretario del Carroccio di aver cambiato idea su Berlusconi "solo per le poltrone". Il candidato premier dei Cinquestelle su twitter cita un post del 2012 in cui Matteo Salvini chiudeva categoricamente a ogni possibile intesa con Berlusconi.

"Non è possibile nessun governo del cambiamento con Berlusconi e il centrodestra. Salvini ha cambiato idea e si è piegato a lui solo per le poltrone. Si torni subito al voto!"

Domani si terrà la direzione Pd, ma i renziani hanno già messo le mani avanti per evitare la conta interna: dopo aver chiuso a qualsiasi ipotesi di governo con i 5stelle, Renzi e i suoi hanno diffuso nelle scorse ore un documento, su cui hanno avviato una raccolta firme tra parlamentari e dirigenti Pd, in cui accusano di irresponsabilità centrodestra e Cinquestelle ribadendo il loro sì al confronto e il loro no a un governo guidato da Salvini o da Di Maio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO