Confindustria: reddito di cittadinanza M5s? Uno spreco da 30 miliardi

reddito di cittadinanza m5s confindustria

Il reddito di cittadinanza disincentiva il lavoro senza contare che costerebbe una fortuna alle casse dello Stato. Almeno 30 miliardi di euro secondo i conti fatti da Confindustria, a fronte dei 17 miliardi messi in conto dal Movimento 5 Stelle che lo ha promesso in campagna elettorale come una delle prime misure che avrebbe realizzato una volta al governo del paese (dopo le elezioni Di Maio ha poi precisato "entro il primo anno" a Palazzo Chigi).

Il reddito di cittadinanza secondo un report stilato del centro studi di Confindustria può:

"comportare uno spreco ingente di risorse pubbliche, poiché verrebbe concesso anche a individui che poveri non sono".

Per tutte queste ragioni Confindustria considera un errore l’eventuale sostituzione del Reddito di inclusione (Rei) con il reddito di cittadinanza del M5s. Ma cosa sono più in dettaglio Rei e Reddito di cittadinanza?

Rei e Reddito di cittadinanza

Il Rei, introdotto con un decreto nel 2017, quale strumento unico a partire dal 2018 di lotta alla povertà e all’esclusione sociale, ha sostituito il sostegno all'inclusione attiva e l'assegno di disoccupazione Asdi. Uno strumento unico ma non universale.

Il Rei non è per tutti ma solo per chi è in particolari condizioni di difficoltà finanziarie. Si tratta di un assegno mensile dall’importo variabile, anche in base alle dimensioni del nucleo familiare, per un massimo di circa 540 euro (con 6 o più persone nel nucleo).

Il Rei viene erogato per 18 mesi ed è rinnovabile per altri 12 mesi, quando siano trascorsi almeno 6 mesi tra la prima e la seconda richiesta del sostegno. Il reddito di cittadinanza proposto dai 5 Stelle invece riguarderebbe qualcosa come 9 milioni di italiani, cioè tutta quella fascia di popolazione che non ha reddito o ha reddito molto basso.

L'importo del reddito di cittadinanza sarebbe pari alla differenza tra una soglia di povertà calcolata come il 60% del reddito mediano netto, in valore assoluto 780 euro in Italia, e il reddito del nucleo familiare. Un single prenderebbe un massimo di 780 euro, una coppia con due figli massimo 1.638 euro mensili.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO