Datagate: Cambridge Analytica chiude i battenti

cambridge analytica

Cambridge Analytica, società travolta dallo scandalo del datagate connesso al social network Facebook, ha deciso di chiudere i battenti. Con una nota della stessa società, viene comunicata pubblicamente la cessazione di tutte le operazioni e l’avvio delle procedure di insolvenza in Gran Bretagna. La decisione è stata presa in seguito alla perdita di numerosi clienti e le spese crescenti per affrontare le numerose indagini avviate nelle ultime settimane. Cambridge Analytica, tra le altre cose, è accusata di aver raccolto a livello mondiale i dati relativi a 87 milioni di utenti di Facebook, utilizzandoli poi anche per indirizzare elezioni politiche.

"Negli ultimi mesi - si legge nella nota ufficiale della società - Cambridge Analytica è stata oggetto di numerose accuse infondate e, nonostante gli sforzi dell'azienda di rettifica, è stata denigrata per attività che non solo sono legali, ma sono ampiamente accettate".

Lo scandalo ha inevitabilmente coinvolto anche Facebook e il suo fondatore Mark Zuckerberg è stato costretto, tra le altre cose, a presentarsi davanti al Congresso degli Stati Uniti per dare spiegazioni sull’utilizzo improprio di dati personali. Centinaia di migliaia anche gli utenti italiani le cui informazioni sarebbero finite in pasto a terzi che a loro volta le hanno utilizzati ai fini di profilare e conoscere gusti e inclinazioni. Nell’annunciare la chiusura, Cambridge Analytica ribadisce di essere accusata di pratiche legali e accettate da tempo.

Cambridge Analytica: "Nostre pratiche legali e accettate"

"[…] Siamo stati denigrati per attività che non solo sono legali ma sono anche ampiamente accettate come componente standard della pubblicità online sia nell'arena politica sia in quella commerciale", fa sapere la società, che contemporaneamente alla procedura di insolvenza in Gran Bretagna, avvierà anche quella di bancarotta negli Stati Uniti. La chiusura, comunque, non solleva l’azienda dal far fronte a tutti gli obblighi nei confronti dei suoi dipendenti, che saranno pagati fino all’ultimo centesimo, promettono, anche nelle indennità di fine rapporto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO