Iran, Rouhani avverte USA: "Se uscite dall'accordo lo rimpiangerete"

Hassan Rouhani

Entro il 12 maggio il Presidente degli USA dovrà decidere Donald Trump se tirarsi fuori o meno dall'accordo sul nucleare con l’Iran, anche se tutto lascia immaginare che non ci saranno colpi di scena e gli Stati Uniti usciranno dall'accordo raggiunto insieme a Cina, Russia, Germania, Francia e Regno Unito.

Oggi il presidente dell'Iran Hassan Rouhani, in diretta televisiva, ha messo in guardia gli Stati Uniti, spiegando che se si dovessero tirare fuori dall'accordo "se ne pentirebbero come mai accaduto prima nella Storia".

L'Iran, per stessa ammissione di Rouhani, ha già un piano per contrastare ogni decisione che Trump potrebbe prendere ed è pronto a reagire. L'accordo, ha spiegato il presidente iraniano, è completamente pacifico e non è ri-negoziabile: una volta che gli Stati Uniti saranno usciti, non potranno mai tornare indietro.

Il Primo Ministro di Israele, intanto, dopo i documenti rivelati la scorsa settimana, è intervento anche oggi contro l'Iran. Benjamin Netanyahu, intervenendo davanti al Consiglio dei Ministri, ha accusato l'Iran di aver fornito armi al governo della Siria e di presentare quindi un pericolo per Israele:

Siamo determinati a bloccare ogni aggressione dell'Iran nei nostri confronti, anche se questo significherà una lotta. Meglio tardi che mai.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO