Bologna, figlio di due mamme registrato all'anagrafe

"Sono sempre stato convinto che allargare i diritti serva per tutti e per questo ho firmato questo atto di nascita"

Colori rainbow per Bologna

Il sindaco di Bologna Virginio Merola ha voluto seguire l'esempio di Torino e Roma e ha iscritto all'anagrafe cittadina il figlio di una coppia di donne nato proprio a Bologna nei giorni scorsi.

In Italia manca ancora una legislazione, ma questo non sta impendendo a magistrati e sindaci di muoversi là dove manca qualcosa, colmando quel vuoto a suon di storiche decisioni per i diritti LGBT in Italia.

Queste le parole del sindaco Merola:

Sono sempre stato convinto che allargare i diritti serva per tutti e per questo ho firmato questo atto di nascita come stanno facendo altri sindaci in Italia. Proprio perché, come sindaci, ci occupiamo della vita delle persone, ci è più chiara l'urgenza di aumentare i diritti in presenza di un vuoto normativo.

Per Bologna si tratta di una prima volta, ma i casi simili nel nostro Paese si stanno facendo pian piano sempre più numerosi, mentre la politica continua ad osservare da lontano.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO