Giulio Sapelli è il Premier che vorrebbe la Lega (ma M5S lo esclude)

"Vorrò dire la mia sui ministri. Ho parlato con il collega Domenico Siniscalco, che spero di avere al mio fianco come ministro del Tesoro"

Giulio Sapelli

15.25 - Sapelli è fuori dai giochi. Voci del Movimento 5 Stelle hanno confermato poco fa che l'economista e docente universitario non più in corsa per la Presidenza del Consiglio e lo stesso Sapelli ha accolto la notizia con un po' di dispiacere ai microfoni di Radio Cusano Campus:

Ho incontrato il M5S e la Lega ieri sera, non sono andato a cena, erano le 21.30 circa e non credo che avessero cenato. Io non sapevo di questa nota del M5S. Ieri sera mi avevano chiesto di incontrarmi quelli dei 5 Stelle, insieme alla Lega, vorrà dire che hanno cambiato parere. Io ci tenevo a fare qualcosa, perché avevo letto il loro programma e mi sembrava un buon programma.

Salvo colpi di scena, a questo punto piuttosto probabili, resta in corsa Giuseppe Conte, voluto dal Movimento 5 Stelle.

14.10 - Lo storico ed economista Giulio Sapelli è una delle figure papabili per ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio nel sempre più probabile governo Lega-M5S. Il suo nome, proposto dalla Lega, sta circolando ormai da qualche ora con insistenza insieme a quello di Giuseppe Conte, proposto invece da M5S.

Il diretto interessato, a poche ore dall'incontro di Salvini e Di Maio col Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha confermato all'ANSA di esser stato contattato dai due leader politici e di aver dato la propria disponibilità:

È tutto vero. Sono stato contattato da entrambi le parti politiche e ho dato la mia piena disponibilità. Mi hanno spiegato che stanno valutando anche un altro profilo, quello di Conte e non mi hanno ancora detto chi hanno scelto.

Sapelli, professore ordinario di Storia Economica all'Università degli Studi di Milano, è stato Presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena dal 2000 al 2001 e subito dopo, dal 2002 al 2009 è stato Consigliere di Amministrazione di Unicredit Banca d'Impresa. Se dovesse venir scelto come nome unico da presentare a Mattarella, Sapelli ha già fatto sapere di voler avere voce in capitolo nella scelta dei ministri:

Ho detto loro che vorrò dire la mia sui ministri. Ho parlato con il collega Domenico Siniscalco, che spero di avere al mio fianco come ministro del Tesoro.

Il programma a cui stanno lavorando Lega e M5S è stato definito da Sapelli "assolutamente fattibile".

Sapelli, nato a Torino nel 1947, è stato anche Direttore Scientifico della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli dal 1980 al 2003 e dal 1995 fa parte del Comitato contro l’usura e la criminalità economica della Camera di Commercio di Milano. A questo indirizzo potete consultare il suo curriculum vitae.

Due giorni fa, a proposito del lavoro di Matteo Salvini e Luigi Di Maio, scriveva:

L'Europa tecnocratica e delegittimata si sentirà ferita da questo italico ritorno alla democrazia parlamentare. Siano pronti alla battaglia.
Ma anche alla battaglia per salvare ciò che rimane del suo significato. I due giovani leader dei due partiti più votati devono impegnarsi affinché l'Europa, insensatamente preoccupata di un "populismo" che lei stessa ha provocato, non incrini i suoi rapporti e la sua interdipendenza con gli Stati Uniti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO