Governo M5S-Lega, Berlusconi: “Molta distanza da Salvini, parla a nome suo”

Salvini Berlusconi

Inizia a scricchiolare in modo eclatante la coalizione di centrodestra. Silvio Berlusconi aveva dato il via libera alla Lega per trattare con il Movimento 5 Stelle, ma adesso non è per nulla soddisfatto dal testo del Contratto di Governo definitivo pubblicato questa mattina. Il leader forzista si è detto “preoccupato” e “deluso”, prendendo le distanze da Salvini: “preoccupazione molto forte, c’è anche una delusione profonda, perché ci sono troppi punti opposti al contratto centrodestra, in alcuni punti sulla giustizia siamo nella direzione più giustizialista possibile e ci danno forti motivi di preoccupazione”.

Il leader di Forza Italia in questo momento si trova ad Aosta, impegnato nel tour elettorale per le regionali in programma domenica. Berlusconi ha raccontato di aver parlato con Salvini e di avergli consigliato di desistere: “Nell’ultima telefonata che ho fatto a Salvini gli ho consigliato di tornare a casa. Non ha mai parlato a nome della coalizione di centrodestra, ha sempre e solo parlato a nome proprio o a nome della Lega. La coalizione con un programma comune è assolutamente un’altra cosa e non ha nulla a che vedere con il M5s”.

Secondo Berlusconi il centrodestra dovrebbe tornare ad insistere per ottenere l’incarico di formare un Governo. I numeri, sulla carta, non ci sono per nulla. Secondo Berlusconi, però, il centrodestra, con il suo programma, riuscirebbe ad ottenere la fiducia in Parlamento: “dovrebbe esser dato l’incarico di formare il nuovo governo al centrodestra, di presentare il proprio programma in Parlamento dove siamo sicuri di ottenere la maggioranza e di dare vita ad un governo che potrebbe anche durare per tutta la legislatura”.

In chiusura Berlusconi è tornato a rivendicare un ruolo centrale per sé stesso: “A questo si aggiunge il fatto che un certo Silvio Berlusconi che ha un’esperienza di nove anni al governo e che ha presieduto per tre volte il G7 e il G8, è tornato disponibile dopo la riabilitazione. Con la carenza di personaggi che verifichiamo, per affidabilità, buon senso ed equilibrio, io sono assolutamente pronto e credo che non ci sia altro candidato paragonabile a Silvio Berlusconi”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO