M5S, Conte e il caso degli studi a New York: "Mai citati corsi frequentati lì"

Giuseppe Conte

Da qualche ora la stampa italiana e quella internazionale si sta scatenando su un presunto corso frequentato a New York che il possibile futuro Presidente del Consiglio del Paese, Giuseppe Conte, avrebbe scritto nel proprio curriculum vitae.

Nella versione pubblicata sul sito dell'Università di Firenze, in cui Conte è professore ordinario di Diritto Privato, si legge:

Ha approfondito i suoi studi alla Yale University, alla New York University, al Girton College (Cambridge), alla Duquesne University, a Parigi, a Vienna.

Il New York Times, a quel punto, è andato a verificare nelle varie università citate da Conte ed è emerso che a quella di New York non è mai stato registrato qualcuno con quel nome. Da lì l'approfondimento pubblicato stamattina, ripreso a tempo record dalla stampa italiana che ha iniziato a insinuare il dubbio: possibile che Conte abbia mentito sul proprio curriculum vitae?

La stessa fonte citata dal New York Times, però, sottolineava la possibilità che Conte, pur non figurando nei registri come studente né come membro della facoltà, abbia partecipato a programmi di uno o due giorni. Di questi programmi, organizzati di continuo dall'università, non si tengono registri dei partecipanti.

Il caso è montato in pochissime ore, al punto da spingere il Movimento 5 Stelle, che tanto ha supportato Conte e l'ha voluto come nome unico da presentare al Presidente della Repubblica per la Presidenza del Consiglio, ha diffondere un comunicato fare questa precisazione::

Nel suo curriculum Giuseppe Conte ha scritto con chiarezza che alla New York University ha perfezionato e aggiornato i suoi studi. Non ha mai citato corsi o master frequentati presso quella Università. Quindi la stampa internazionale e quella italiana si stanno scatenando su presunti titoli che Conte non ha mai vantato!

E, ancora:

Conte, come ogni studioso, ha soggiornato all'estero per studiare, arricchire le sue conoscenze, perfezionare il suo inglese giuridico. Per un professore del suo livello sarebbe stato strano il contrario. Lo ha fatto e lo ha giustamente scritto nel curriculum, ma paradossalmente questo ora non va bene e diventa addirittura una colpa. È l'ennesima conferma che hanno davvero tanta paura di questo governo del cambiamento.

Nessuna indicazione, però, su come Conte avrebbe perfezionato i suoi studi o quali corsi abbia frequentato presso l'Università di New York. Dal diretto interessato, al momento, non è giunta alcuna precisazione o comunicazione.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO