Curriculum Conte: "smentite" anche da Malta e Vienna

curriculum conte

L’università di Malta smentisce che Giuseppe Conte abbia mai fatto parte dei docenti di quell’ateneo. Altra tegola sul curriculum del tecnico proposto come premier da M5s e Lega: dopo il New York Times secondo cui il nome di Conte non risulta negli archivi della New York University, l'Università di Malta al Messaggero ha spiegato che "non c'è traccia" nei loro "registri" del nome del giurista, professore ordinario di diritto privato a Firenze.

"Giuseppe Conte non ha mai fatto parte del corpo docenti permanente dell'università, questo non esclude che egli abbia potuto essere coinvolto in alcune letture organizzate nell'estate 1997 dalla defunta Foundation for International Studies" precisa l’università di Malta.

Nel curriculum di Conte c'è invece scritto che ha insegnato all'università di Malta "nell'estate 1997 nell'ambito del corso internazionale di studi intitolato European Contract and Banking Law".

I riscontri mancanti sul curriculum di Conte

Ma altri mancati riscontri pendono sul curriculum del professore vicino ai 5 Stelle che anche la Lega continua a difendere a spada tratta come candidato premier arrivano da Vienna e Parigi.

In attesa di ulteriori verifiche e magari chiarimenti dal diretto interessato la Repubblica è andata a verificare anche la parte del curriculum di Conte in cui si parla di un altro perfezionamento degli studi giudici nel 2000, alla "università Sorbona” di Parigi, divisa in più sedi. La facoltà di studi del prestigioso ateneo parigino è a Sorbonne Panthéon - Parigi 1 ma secondo quanto scrive il quotidiano capitolino - che ha contattato l’Università - il nome di Conte non risulta negli archivi.

Sempre Repubblica parla anche della precisazione da parte dell'Internationales Kulturinstitut di Vienna, istituto citato nel curriculum di Giuseppe Conte sempre in merito a un “perfezionamento degli studi giuridici” nel 1993. Solo che l’istituto spiega che lì si insegna "solo tedesco” perché si tratta di "una scuola di lingua” senza nessun corso di tedesco giuridico.

Stamattina intanto il capogruppo al Senato del M5s Danilo Toninelli ha bollato come una "stupidaggine inventata" le polemiche sul curriculum professionale di Conte confermando che resta il premier in pectore di 5 Stelle e Carroccio.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO