Politici francesi fanno appello a Macron: "Garantire la Tav di fronte ai dubbi dell'Italia"

Oltre 60 personalità politiche francesi hanno scritto a Macron.

Emmanuel Macron Tav

Il Presidente francese Emmanuel Macron ha ricevuto una missiva da parte di oltre sessanta personalità politiche francesi, tra cui deputati, senatori e governatori delle regioni, contenente un appello affinché l'inquilino dell'Eliseo garantisca la dinamica della Tav Torino-Lione davanti alle incertezze politiche in Italia. La Tav è, secondo loro, "un grande cantiere di avvenire" e per questo va tutelato. L'appello è stato coordinato dal Comité pour la Transalpine Lyon-Turin che è presieduto dall'imprenditore Jacques Gounon.

Ricordiamo che nei giorni scorsi anche il coordinatore europeo del corridoio Mediterraneo Jan Brinkhorst ha sottolineato l'importanza strategica della Tav per l'Unione Europea, che la finanzia per il 40%. Brinkhorst ha sottolineato in particolare che se non sarà realizzata ci sarà un alto costo da pagare.

Il capo della delegazione francese Louis Besson ha invece sottolineato come il Presidente Macron voglia il collegamento, ma sia anche disponibile a un confronto non sul tunnel di base, ma per capire che cosa possa essere migliorato in relazione a questa grande opera che, invece il MoVimento 5 Stelle ha bocciato.

Brinkhorst, rispondendo a Di Maio che ha detto che la Tav poteva sembrare utile 30 anni fa, ma non oggi, ha detto che, invece, è il contrario, perché nel 1992 i traffici erano ancora marginali, mentre ora, con la liberalizzazione, sono cresciuti e per questo bisogna garantire la sostenibilità ecologica di questi traffici.

Secondo Brinkhorst la restituzione dei fondi da parte dell'Italia all'Europa sarebbe in secondo piano rispetto all'importanza strategica della Tav per far parte delle reti europee.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO