Renzi: "Conte sarà l'avvocato difensore del popolo italiano? Noi ci costituiamo parte civile"

<> on March 5, 2018 in Rome, Italy. Provisional results in the Italian General Election see the share of the vote spread across the main parties thus: Five Star 31.6% , Matteo Renzi's Democratic Party (DP) 19.1%,  Lega 18.2% and Silvio Berlusconi's Forza Italia 13.8%.

Nelle battute finali del suo discorso al Quirinale, Giuseppe Conte si è proposto come "avvocato difensore del popolo italiano". Una battuta legata alla sua doppia professione di professore di diritto e avvocato, che è servita da assist per Matteo Renzi che annunciato di volersi costituire parte civile: "Buon lavoro al Presidente incaricato #Conte. Egli si è proposto come l'avvocato difensore del popolo italiano: noi ci costituiamo parte civile. Parte civile per verificare se realizzeranno le promesse della campagna elettorale. E parte #civile nel modo di fare opposizione, perché noi rispettiamo le Istituzioni".

Questa battuta, oggettivamente simpatica, fa trasparire tutta l'insoddisfazione di Renzi per il risultato elettorale. Una sorta di lapsus freudiano. Se Conte farà l'avvocato difensore dell'Italia in questo ipotetico processo nel quale il Paese veste i panni dell'imputato, il ruolo di parte civile per Renzi e per il Partito Democratico è piuttosto singolare. Nel processo penale la "parte civile" rappresenta un soggetto che è stato danneggiato dal reato commesso dall'imputato (in questo caso, appunto, l'Italia) e per questo si costituisce per richiedere il risarcimento per il danno subito o la restituzione.

Ancora una volta Renzi ha ribadito, con una battuta, di non aver compreso i motivi della batosta elettorale. D'altra parte non è mai riuscito ad individuare nell'operato del suo Governo (o in quello del Governo Gentiloni) una delle ragioni che abbia portato al severo ridimensionamento dal Partito Democratico, dando sempre e solo la colpa alle sole "derive populiste".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO