Macron: "Mano tesa al nuovo governo italiano. Mai voluto dare lezioni all'Italia"

Il presidente francese si dice "impaziente" di lavorare con Conte.

Emmanuel Macron

Il Presidente francese Emmanuel Macron, durante un'intervista rilasciata a BFM-TV nel corso del suo viaggio a San Pietroburgo, ha parlato dell'Italia e del governo che si sta formando con il Premier incaricato Giuseppe Conte che entro il weekend dovrebbe sciogliere la riserva e presentare la lista dei ministri. L'inquilino dell'Eliseo ha detto:

"Vogliamo tendere la mano al nuovo governo italiano"

e ha aggiunto che non vede l'ora di collaborare con il nuovo esecutivo in particolare su temi quali la sicurezza, l'immigrazione e l'integrazione dell'Eurozona. Macron ha anche aggiunto:

"Vedremo quel che sceglierà l'Italia, ho rispetto per questo grande Paese che è sempre stato al nostro fianco"

Alla giornalista che evidenziava l'abitudine della Francia a dare lezioni all'Italia, Macron ha risposto:

"L'Italia ha giustamente la sua legittima fierezza. Non ho mai voluto dare lezioni all'Italia. Non l'ho mai fatto, così come non mi piace che si diano lezioni alla Francia"

La Francia ha intenzione di prendere subito contatto con il nuovo governo italiano appena si sarà ufficialmente formato e c'è una certa impazienza in vista del Consiglio europeo di fine giugno. Dall'Eliseo fanno anche sapere che Italia e Francia potrebbero convergere sulla creazione di un fondo per maggiori investimenti nell'Eurozona e sul controllo dei flussi dei migranti, argomenti su cui Di Maio e Salvini hanno posizioni abbastanza nette.

Un collaboratore di Macron, riguardo alla possibile preoccupazione del Presidente per il governo giallo-verde definito populista all'estero, ha detto che la Francia vedrà quale sarà lo stato d'animo dei due partiti quando saranno effettivamente nel governo. I francesi non vogliono perdere tempo, ma mettersi subito a lavoro su questi temi chiave e sperano di avere la collaborazione dell'Italia.

Macron d'altronde è d'accordo sul fatto che "occorre cambiare questa Europa", perché ci sono "una paura e una rabbia crescenti", bisogna vedere se il modo in cui vuole cambiarla lui è lo stesso voluto da Di Maio e Salvini.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO