Angelino Alfano In Onda, in diretta su La7: «Buon tasso di innovazione nella lista Pdl»

21.28: Telese: «Le sarebbe piaciuto fare le primarie?» Alfano: «Era una modalità che era stata individuata per scegliere il successore di Berlusconi, con lui in campo non si sono rese necessarie».

21.27: Alfano precisa che ci sarà innovazione nelle liste.

21.24: Telese chiede ad Alfano di dire che La7 è una tv corretta. Ma Alfano non cede. Dice soltanto che se Berlusconi sarà invitato a In Onda sarà ospite volentieri (il Cav. ha detto che La7 è una rete bolscevica).

21.01: Alfano ribadisce che il Pdl abolirà l'IMU sulla prima casa in caso di vittoria. Telese fa notare al segretario che la norma è stata votata anche dal Pdl. Alfano aggira la domanda.

«Eravamo sostanzialmente a sovranità limitata. Ci trovammo di fronte al bivio drammatico se, da forza politica appena defenestrata da palazzo Chigi, avremmo dovuto far cadere il governo oppure ingoiare questa bevanda amara. Il mese prima avevamo votato la fiducia, non potevamo votare la sfiducia».

Angelino Alfano

Angelino Alfano è ospite di Porro e Telese a In Onda su La7.

Il segretario del Pdl sostiene, tanto per cominciare, che Mario Monti abbia ribaltato la situazione (ovvero, l'astensione del Pdl) per cavalcare la situazione e creare il suo nuovo polo politico, e che abbia drammatizzato.

Alfano dice di non aver mai inteso cagionare una fine disordinata della legislatura ma di aver voluto dare un segno al proprio elettorato di discontinuità riepetto al Governo sostenuto fino a quel momento (il che è quantomeno un controsenso e fa pensare, molto banalmente, che lo strappo – senza mozione di sfiducia – sia arrivato a segnar l'inizio della nuova campagna elettorale del Pdl).

«Credo che le dimissioni siano giunte il sabato sera proprio a voler enfatizzare tutto quanto si è enfatizzato, a dire adesso io cambio profilo e sono politicamente in campo, generando attesa anche rispetto ai mercati»

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO