Salvini: "Renzi faccia di bronzo. Oettinger dovrebbe dimettersi. Mattarella mal consigliato"

Il leader del Carroccio vorrebbe l'elezione diretta del Capo dello Stato.

Salvini

Matteo Salvini oggi pomeriggio in diretta Facebook ha tornato tutti gli argomenti più caldi della giornata dallo spread che sale alle dichiarazioni di Renzi, dal "no" del Presidente Sergio Mattarella al suo governo alla frase del commissario Ue al Bilancio Oettinger (frase che ora sarebbe stata smentita ed etichettata come "sintesi giornalistica"). A Renzi Salvini darebbe il "premio faccia di bronzo di tutti i tempi" perché "dice che se continua a salire lo spread è ancora colpa mia. Ha un futuro da autore teatrale, non da amministratore della funzione pubblica". E ancora sul tema spread:

"Lo spread, si diceva, sale per colpa di Salvini. Poi Mattarella ci dice no, lo sanno anche i sassi, e lo spread sale ancora di più. Un dibattito surreale che va ancora avanti su giornali prezzolati, di regime. L'ordine del giorno di Lega-M5S era ridiscutere il modo dell'Italia di stare in Europa a vantaggio dei cittadini italiani, ridiscutere alcune regole, alcuni vincoli, non uscire dall'euro e dall'Europa. Non vorrei che ci fosse odore di troika sulle spalle degli italiani"

A Salvini ovviamente brucia ancora moltissimo il fatto che il governo giallo-verde sia saltato e che ora ci sia un tecnico come Cottarelli:

"Se nasce un nuovo governo del cambiamento avremo il diritto e anche il dovere di andare in sede europea, sobriamente, a ridiscutere queste regole che portano precarietà, povertà e insicurezza. Queste regole stanno distruggendo l'unità dell'Ue. O cambiano o si va verso il disastro. Questo è il regolamento che sta dietro un governo che vuole davvero le cose. Invece Mattarella ci ha detto no perché non siamo abbastanza rassicuranti. Tira fuori Cottarelli, ex del Fmi, pensionato a 18mila euro al mese. Ma in Europa non avrebbero preferito avere un governo che rappresenta la maggioranza degli italiani"

E poi ecco l'argomento Europa:

"La Lega vuole prendere per mano il Paese per riportarlo dove merita. Mi chiedo come sia possibile che in queste ore a Strasburgo ci sia un commissario europeo al Bilancio, Oettinger, che ha detto che saranno i mercati a insegnare agli italiani a votare meglio. Vi rendete conto del disprezzo della democrazia e della libera scelta di 60 milioni di cittadini di un signore che non è stato eletto da nessuno e rappresenta una potenza come la Germania. Questa voglia di egemonia e di controllo tedesco, sa vagamente di minaccia"

Secondo Salvini Oettinger dovrebbe dimettersi e dovrebbero indignarsi tutti gli europei, non solo gli italiani. Poi torna su Mattarella, dice di essere giustamente arrabbiato con lui e gli contesta un errore sostanziale, ma sottolinea come lui e la Lega non stiano parlando di impeachment. Ma, come ha fatto ieri Di Maio, insinua che Mattarella sia mal consigliato.

Poi annuncia che sabato e domenica sarà nelle piazze a spiegare il programma e il futuro della Lega e anche per raccogliere le firme per chiedere l'elezione diretta del Presidente della Repubblica.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO