Di Maio a Salvini: "Troviamo un nome nuovo per l'Economia, altro incarico a Savona" [VIDEO]

di maio diretta facebook

Luigi Di Maio torna a parlare utilizzando una diretta Facebook. Il leader del Movimento 5 Stelle ha chiamato a raccolta il popolo “grillino”, ricordando la manifestazione organizzata per il 2 giugno in Piazza della Bocca della Verità. In occasione della Festa della Repubblica, annuncia Di Maio, “chiederemo che l’Italia abbia un nuovo governo politico o nuove elezioni”. Nel pomeriggio, l’esponente penta stellato ha incontrato il presidente Sergio Mattarella per un colloquio informale, che pare sia stato ancora una volta interlocutorio.

“Il Governo tecnico non è contemplato - prosegue Di Maio - Sono stati 80 giorni molto difficili, ma l’idea di un governo non votato da nessuno non mi piace. Il nostro esecutivo era pronto e non ce l’hanno fatto partire. Io spero che se si deve andare al voto, si vada al più presto possibile. Sono cambiate le forze in campo e le sensibilità dei cittadini. Cottarelli non prenderà un voto in Parlamento, perché non li ha nemmeno nel Paese - insiste, prima di fare una proposta a Salvini - . Se il Quirinale non accetta un nostro Ministro, troviamo una persona di caratura pari a Savona per l’Economia e Savona rimane nella squadra di governo con un altro incarico”.

Di Maio | "Governo Conte o al voto"

Luigi Di Maio ha accantonato l'ipotesi dell'impeachment, ma non vede soluzioni alternative per il futuro politico dell'Italia: "o parte il Governo Conte o torniamo a votare". Pur avendo rinunciato all'iniziativa parlamentare nei confronti del Presidente della Repubblica, il leader dei 5 stelle ha nuovamente criticato Mattarella per la sua decisione: "Crediamo che il più grande errore sia stato quello di respingere il governo del cambiamento 48 ore fa. Ora ci sono due strade: o far partire il governo Conte con una soluzione ragionevole o si va al voto subito".

Di Maio quindi non sposa la linea di Salvini, contrario al voto in estate. In ogni caso la Lega non sarà un'alleata del Movimento 5 Stelle alle urne: "Non abbiamo fatto una alleanza e non stiamo facendo un’alleanza. Abbiamo portato avanti un contratto di governo in cui abbiamo messo i punti sui quali eravamo d’accordo. Il M5s alle elezioni è sempre andato da solo, noi e la Lega siamo forze politiche alternative e io spero di avere l’autonomia per governare da solo, anche perché le percentuali cambieranno. Ovviamente se così non fosse, c’è il contratto che volevamo realizzare e spero che si possa fare in futuro".

Anche Di Maio ha confermato che non abbandonerà l'idea di tornare a puntare su Paolo Savona in futuro: "È molto probabile che Savona in qualche modo ritorni nel dibattito pubblico, anche perché è diventato un simbolo di quella battaglia sulla sovranità, una vicenda più grande dei semplici nomi".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO