Paolo Savona massone? Pd chiede spiegazioni su una frase attribuita a Di Maio

Sui social spopola nelle ultime ore l'hashtag #savonamassone dopo un articolo del Corriere della Sera secondo cui Luigi Di Maio avrebbe detto a Carlo Cottarelli di non saper "inizialmente di una presunta iscrizione di Savona alla massoneria americana"

savonamassone

Paolo Savona massone? L’economista eurocritico che sta tenendo in scacco la nascita del governo gialloverde (il prof vorrebbe solo il Mef e non accetterebbe un suo spostamento ad altro ministero) nelle ultime ore viene attaccato via social sulla sua presunta appartenenza alla massoneria, con l’hashtag diventato subito virale #savonamassone.

Il problema non sarebbe di poco conto visto che lo statuto del MoVimento 5 Stelle spiega a chiare lettere che "non possono entrare a far parte dell'esecutivo soggetti che appartengono alla massoneria".

Secondo il CorSera di oggi Luigi Di Maio a Carlo Cottarelli avrebbe detto

di non essere stato inizialmente a conoscenza di una presunta iscrizione di Savona alla massoneria americana.

Quindi secondo questa versione pur avendolo saputo dopo, il capo politico dei 5 stelle ne avrebbe proposto comunque lo spostamento ad altro ministero diverso dell'Economia pur di far nascere il governo.

Nella discussione entra anche il Pd che con il deputato Michele Anzaldi dice:

Secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, Di Maio avrebbe riferito a Cottarelli che Savona è iscritto alla massoneria americana. E' vero? Se fosse confermato, Di Maio e il M5s accetterebbero comunque che l'economista venga nominato ministro? Se è l'ennesima bufala, perché Di Maio non smentisce, come giustamente nota il giornalista Emiliano Fittipaldi su Twitter?

Fittipaldi scrive:

Il Corriere lancia la bomba in una frase (virgolettata nella versione online, senza sulla carta) attribuita a Di Maio: "Non avevamo capito che Savona era così pericoloso, e che è iscritto alla massoneria americana". O Di Maio smentisce, o è delirio vero.

Dal diretto interessato per ora non sono arrivate reazioni, smentite o quant'altro, certo che la voce che circola in queste ore può solo destabilizzare ancora di più la formazione del governo gialloverde. Con gli amanti dei complotti che sono già sul piede di guerra: la voce di Paolo Savona massone sarebbe solo l’ultimo tentativo di non far nascere un governo Lega-M5s.

TgCom24 riferisce però di un’altra circostanza in merito alla presunta appartenenza di Savona alla massoneria. Un articolo del 2012 comparso sul sito del Grande Oriente d'Italia Democratico fa il nome dell’economista tra i "Fratelli":

L'Italia, come ricordava l'altro giorno un Fratello di ben altro spessore, valore e amore per il bene collettivo (Paolo Savona), sta sprofondando verso un declino pluriennale gravissimo e destinato a peggiorare sempre di più.

savonamassoneria.jpg

Il curatore del sito Gioele Magaldi ad Affari Italiani spiega che:

il veto su Paolo Savona è stato messo da quei circuiti massonici neoaristocratici e antidemocratici diffidati pubblicamente da Grande Oriente Democratico proprio nelle ore immediatamente precedenti la salita domenicale di Giuseppe Conte al Quirinale.

L'ultimo capitolo del caos governo.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO