Delrio: "La Lega di Salvini è neofascista". Lui risponde: "Meglio tacere"

Attacco dell'ex ministro Pd al Carroccio.

Delrio

A due riprese Graziano Delrio è andato all'attacco del nuovo ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini. Ieri, nel corso di un'intervista rilasciata a Radio Cusano Campus, ha detto:

"Il disegno di Salvini è preciso, vuole portare l'Italia fuori dall'Europa e dall'Euro e sta giocando come il gatto col topo. Di Maio dichiara che le sue prospettive non sono queste, quindi non può stare con la Lega. Quello di Salvini è un partito neofascista, lavora e cena con i neofascisti europei"

Oggi è tornato sull'argomento ad Agorà, trasmissione mattutina di Raitre di cui è stato ospite. Delrio stamattina ha sottolineato:

"La nuova Lega di Salvini è legata ai neo fascismi europei. Spero che Giorgetti rappresenti non la nuova Lega ma un pezzo della vecchia Lega"

Mettendo dunque il contrapposizione il segretario e il vice segretario del Carroccio, che ora sono rispettivamente Ministro dell'Interno e vicepremier l'uno, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio l'altro.

Delrio ha parlato anche dell'altra forza politica al governo, il MoVimento 5 Stelle. Ieri, nell'intervista a Radio Cusano Campus, ha sottolineato come i pentastellati debbano "aprire gli occhi" e non farsi prendere in giro da Salvini, poi ha aggiunto:

"Hanno detto che non avrebbero mai fatto un'alleanza con Salvini e ora non capiscono che così rischiano di portare il nostro Paese e le nostre imprese in una situazione di grave debolezza"

Oggi è tornato a dare consigli al nuovo ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, al quale ha detto che è meglio abbandonare "la campagna elettorale permanente in cui hanno tenuto il Paese anche dopo le elezioni".

Ovviamente Salvini, a suo modo, ha risposto subito, ma non con parole proprie, semplicemente citando Oscar Wilde: "A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO